L’Amministrazione comunale traccia il bilancio per il 2013 – parte 3

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

image
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Fine anno è tempo di bilanci. E il comune di San Benedetto, come tradizione, ha tracciato quelli dell’amministrazione targata Giovanni Gaspari. Tante sono state le iniziative portate avanti per rendere sempre più fruibile la vita cittadina e ogni assessore ha enunciato le proprie. Come giusto che sia, quindi, verranno riportate tutte. Ma per rendere più fruibile e soprattutto più consultabile possibile il tutto, la redazione ha deciso di distinguere ogni ambito in base all’assessore di riferimento e di pubblicarne uno al giorno da oggi a fine anno.

Nel terzo giorno ci occuperemo del bilancio dell’assessorato affidato a Leo Sestri con deleghe alla Programmazione Opere Pubbliche, Manutenzione, Infrastrutture.

Tante sono state le opere portate avanti dall’amministrazione per rendere sempre più fruibile la città. A partire dal percorso per i non vedenti realizzato nel centro città finalizzato ad agevolare la mobilità autonoma di non vedenti e ipovedenti. Attraverso percorsi costituiti da pavimentazione speciale, il disabile si può spostare da Piazza Matteotti a viale Olindo Pasqualetti in un unico tratto di circa un chilometro. Oltre ai percorsi stradali, sono state installate miniature dei monumenti davanti alle opere di Kostabi, Nespolo, Baj e Consorti realizzate dall’artista sambenedettese Teodosio Campanelli. Il costo complessivo è di 75.000 euro finanziato con il contributo della Fondazione Carisap. Due miniature sono state divelte da ignoti e risistemate sui basamenti. Per il ripristino delle opere è stato necessario spendere 500 euro.

È stato riqualificato il civico cimitero con lavori di allargamento della struttura ad ovest di via Conquiste per una spesa di 3 milioni e 800 mila euro. Sono stati, poi, investiti oltre 270.000 euro per manutenzioni ordinarie e straordinarie del civico cimitero e del forno crematorio. Di questi, 80.000 euro sono stati spesi per l’installazione di sistema di automazione dei processi di funzionamento del forno. Investiti 21.000 euro per mantenere, riqualificare e ridare decoro alla tomba della poetessa Bice Piacentini.

Altro punto caro all’amministrazione è la manutenzione degli edifici scolastici cittadini. Le non moltissime risorse disponibili sono state concentrate su progetti capaci di dare risposte significative per creare poli scolastici di qualità aumentandone gli standard di sicurezza. Si segnalano in particolare:
– L’ampliamento della scuola materna di via Alfortville, un edificio ad alta efficienza energetica con struttura e finiture in legno, tetto-giardino, impianto fotovoltaico, impianto solare – termico, impianto geotermico. Sarà realizzato anche un impianto coperto che unisca la vecchia alla nuova scuola. L’investimento complessivo è di 1.851.500 euro;
– I lavori di adeguamento alla normativa di prevenzione incendi per un impegno di 94.000 euro di cui 42.000 per la primaria di Ragnola;
– La manutenzione del patrimonio edilizio scolastico per un totale di 122.181,58 euro;
– I lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria (resisi necessari in occasione della nevicata del 2012) e di riparazione e fornitura di arredi scolastici per un investimento di oltre 150.000 euro;
– Le opere di rimozione di materiale contenente amianto per un costo di 9.922 euro;
– La verifica della vulnerabilità sismica per una spesa di 20.436,90 euro.
– I Lavori di miglioramento sismico e di adeguamento funzionale della scuola secondaria inferiore “Cappella” con per un importo di 600.000 euro di cui 300.000 euro di fondi ministeriali.
– La ristrutturazione del piano terra e realizzazione di una nuova centrale termica con annesso porticato d’ingresso nella scuola dell’Infanzia e Primaria “Nicola Miscia” finanziata con 150.000 euro.
– La manutenzione straordinaria dell’edificio della scuola primaria “Piacentini” con adeguamento funzionale, creazione di nuovi laboratori e ripristino dei servizi igienici. Investiti 50.000 euro.
– La ristrutturazione e l’adeguamento funzionale della scuola primaria “Gaetano Spalvieri” per un importo di 400.000 euro di cui 200.000 provenienti dal Ministero.
– L’acquisizione di ulteriori finanziamenti per il miglioramento sismico della scuola Cappella (€ 300.000,00 di mutui a carico dello Stato) e per la scuola di via Mattei (€ 250.000,00 di cofinanziamento regionale).
E’ in corso di redazione della progettazione preliminare per ospitare nell’attuale Palazzo di Giustizia (prossimo alla chiusura) la scuola secondaria inferiore “Curzi”.

Molto sentito dai cittadini il problema riguardante la rete fognaria che alla minima pioggia va in tilt e porta molte zone di San Benedetto ad allargarsi. Sono stati investiti 327 mila euro per lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria delle caditoie e condotte fognarie per acque bianche, corsi d’acqua e realizzazione di tratti di condotta acque bianche in viale Marconi e Piazza Salvo d’Acquisto, pulizia del canale consortile e del canale scolmatore delle acque bianche, lavori per il prolungamento di via Val Tiberina, manutenzione delle strade cittadine conseguenti alle notevoli precipitazioni atmosferiche dei mesi di febbraio e settembre 2012. Il Piano dell’Ambito Territoriale Ottimale n. 5 prevede inoltre il finanziamento di tre grandi progetti per il rifacimento delle condotte fognarie in altrettante zone “a rischio” della città: zona via Val Tiberina – via Pasubio (1 milione), viale dello Sport – zona Ragnola (700 mila euro per completare i lavori già in corso con la costruzione di una vasca di raccolta delle acque), via Sicilia e zone limitrofe (800 mila euro). Inoltre è stata realizzata la separazione delle reti per le acque bianche e nere in via Monte San Michele. Gli altri due progetti preliminari già redatti riguardano la zona Marina di Sotto per la somma di circa 2 milioni e 400 mila euro e la zona Nord, partendo da via Manzoni, per un importo di circa 3 milioni e 400 mila euro.

Sono state realizzate opere di pavimentazione e rifatti marciapiedi per un importo di 446.500 euro. Tra gli interventi più rilevanti, la riqualificazione parcheggio ex Start di via Calatafimi, la riqualificazione di largo Lazio, la realizzazione del percorso ciclo-pedonale in viale dello Sport nel tratto tra le vie Virgilio e del Palladio.

Altri sono i lavori che sono stati avviati ma che non hanno visto ancora la conclusione. La nuova caserma dei Vigili Urbani in piazza Kolbe, la riqualificazione dell’Albula, la realizzazione del sottopasso di via Pasubio, la messa in sicurezza del torrente Ragnola, lo scalo di alaggio più grande e il rifacimento di piazza Setti Carraro a Porto d’Ascoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *