Presentazione del libro “Io che non conosco la vergogna” di Solidea Ruggiero

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ACQUAVIVA PICENA – Grandissimo successo per “Io che non conosco la vergogna”, il primo libro di racconti di Solidea Ruggiero, edito dalla Casa Editrice Edicola Ediciones.

La presentazione del capolavoro della scrittrice si è tenuta sabato 21 dicembre ad Acquaviva Picena, nella splendida cornice della Chiesa di San Rocco.

Acquaviva in tale occasione si è aperta all’arte a 360°: dapprima la presentazione del celebre libro “Io che non conosco la vergogna” alla presenza del Sindaco Pierpaolo Rosetti, dell’Assessore al turismo e cultura Elisabetta Rossi, del Consigliere Luca Balletta, di Mimmo Minuto e di Pasquale Bergamaschi, a seguire grandissima esibizione musicale dei Persian Pelican e per finire degustazione dei vini della Cantina Capecci.
Il pubblico presente è rimasto estasiato dalla competenza comunicativa dell’autrice e per citare la postfazione al libro scritta dal noto critico Gian Ruggero Manzoni “Solidea Ruggiero sa che la parola è il suono espresso dal corpo, ma la parola è anche forza sacra, perché essa sottintende, nella sua formulazione, l’innalzare l’uomo verso un assoluto, così che la parola, anche quella fermata in scrittura, diventa l’espressione migliore della nostra esistenza“.
Ottima performance poi dei Persian Pelican, il duo composto da Andrea Pulcini e Massimo Piccinini, che si sono esibiti in un concerto di musica folk manipolata geneticamente in cui Andrea Pulcini miscela songwriting americano, indigestioni di cinema iraniano e melodrammi di Douglas Sirk, rendendo l’atmosfera decisamente piacevole.
Infine la degustazione dei prodotti vinicoli della Cantina Capecci, egregiamente illustrati dai titolari Roberto e Rita Capecci a tutti gli intervenuti.
L’assessore Rossi Elisabetta ha dichiarato: “E’ stato un vero piacere ospitare talenti di questo calibro ad Acquaviva Picena! Solidea Ruggiero è un concentrato di energia positiva e di forte comunicatività, sicuramente un esempio per molti giovani. I Persian Pelican direi unici nel loro genere, per questo credo che avranno molto successo, anche a livello internazionale. Infine la Cantina Capecci, che unisce passione, tradizione e innovazione per elaborare i propri eccellenti prodotti vinicoli, ormai ben noti nel territorio.
L’Amministrazione Comunale ringrazia sentitamente i protagonisti di questa splendida giornata d’arte e tutti gli intervenuti“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *