Angela e Belén il potere è donna

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Ci sono due donne sulla scena… europea. O meglio, una c’è già, l’altra potrebbe – se solo il capriccio volesse – arrivarci presto.
La prima è una tedesca, di nome Angela: ha appena giurato per la terza volta come capo del governo. È cancelliera dal 2005 e da quell’anno tiene nell’armadio un sobrio vestito nero, un po’ stile Ancien Régime, che indossa a ogni nuova investitura (è riaccaduto puntualmente nel 2009 e nel 2013).
La seconda di nome fa Belén, di qualche anno più giovane della prima, argentina di nascita e italiana di adozione artistica. Modella e showgirl (si dice ancora così?), sempre sulle pagine dei giornali proprio come la tedesca Angela, benché il settore di competenza sia finora differente. Belén è piuttosto attenta a look e abiti, generalmente più osé delle divise indossate dalla cancelliera di ferro.
Apparentemente le due “carriere” sembrerebbe distanti, parallele, perciò non convergenti. Eppure la seconda, Belén, essendosi accorta di avere 3 milioni di amici su Facebook (e c’è chi a malapena arriva a 50!), ha prospettato, o minacciato, di fondare un partito: coi tempi che corrono, c’è da star certi che se si lanciasse nell’arena politica troverebbe, a prescindere, ben più di un estimatore. Del resto, dopo Reagan, Schwarzenegger, Cicciolina e Grillo, perché non Belén? Da Berlino, Angela, avendo scoperto di disporre di qualche decina di milioni di voti, ha invece accettato di buon grado di proseguire a fare il leader della “locomotiva d’Europa”.
Ciò che semmai si potrebbe auspicare è un baratto di competenze fra le due protagoniste della scena continentale: la cancelliera potrebbe suggerire qualche “dritta” in fatto di leadership, programmi di governo, economia, relazioni estere; la modella avrebbe buon gioco a trasmettere qualche segreto nel dispensare sorrisi o nel catalizzare l’attenzione degli interlocutori, per non parlare di una più generale competenza in fatto di guardaroba. Insomma, uno scambio di know-how con reciproco vantaggio e generale soddisfazione. O no?
Non è vero che le donne moderne possono davvero tutto? Quindi, basta con il rivendicazionismo sessista. Angela e Belén, a modo loro, insegnano… Le donne sanno ottenere quello che vogliono, potere compreso. I maschietti del mondo sono avvisati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *