Borse Lavoro, il comune di Grottammare da una mano per la compilazione

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

giovani europaGROTTAMMARE – A partire da lunedì 23 dicembre, è attivo presso lo sportello dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico il servizio di assistenza alla compilazione delle domande per l’accesso alle c.d. “borse lavoro”.

Il nuovo servizio va a sostenere la partecipazione a un bando della provincia di Ascoli Piceno con scadenza 20 gennaio. Sembra, infatti, che gli strumenti telematici obbligatori per la compilazione, messi a disposizione dalla Regione Marche (attraverso il portale siform.regione.marche.it) risultino poco agevoli.

L’URP (piano terra, palazzo municipale) garantirà l’assistenza necessaria alla compilazione nei consueti orari di apertura al pubblico: tutte le mattine dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13, e nei pomeriggi di martedì e giovedì, dalle 15.30 alle 17.30 (con l’eccezione del 24 e 31 dicembre, aperto solo al mattino).

La borsa lavoro è uno strumento formativo per facilitare, attraverso un’esperienza pratica, l’inserimento nel mercato del lavoro di persone appartenenti alle cosiddette “fasce deboli”, che in cambio dell’attività prestata ricevono una “borsa”, cioè un compenso.

Le borse lavoro sono indirizzate a persone con difficoltà socio-economiche o di inserimento lavorativo, come per esempio disoccupati o inoccupati da almeno 12 mesi, disabili, disoccupati ultracinquantenni, lavoratori espulsi dai processi produttivi o in mobilità senza indennità. L’esperienza lavorativa avrà durata di 6 mesi per 20 ore settimanali e un compenso di 400 euro mensili.

“Come amministrazione comunale – spiega l’assessore alle politiche contro la crisi, Lorenzo Rossi – abbiamo pensato di mettere a disposizione di cittadini di Grottammare questo servizio dal momento che alcune persone interessate al bando ci hanno segnalato difficoltà nella compilazione della parte telematica del la richiesta di partecipazione. Supportiamo in questo modo un intervento importante nel campo delle politiche contro la crisi lavorativa in cui versa il nostro territorio”.

La domanda di partecipazione va fatta seguendo la procedura informatizzata già citata, da stampare e spedire al Servizio formazione professionale e politiche attive del lavoro di Ascoli Piceno. Info allo stesso servizio o nei centri per l’impiego della Provincia di Ascoli Piceno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *