Comunanza: tasse invariate troppi tagli dal Governo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Sindaco Comunanza Domenico Annibali

Di Massimo Cerfolio

COMUNANZA – E’ stato approvato il bilancio di previsione del 2013 dall’amministrazione comunale di Comunanza, la quale ha incontrato non poche difficoltà per i continui tagli da parte del governo.

Il Sindaco Domenico Annibali trova paradossale e incerto approvare un bilancio a fine anno. Nonostante tutto e’ stato approvato e vista la crisi che ormai persiste da tempo sui cittadini, e’ stato fatto un ulteriore sforzo mantenendo le tasse invariate , rientrando nella schiera di pochissimi comuni italiani che hanno mantenuto la tassazione immutata. I servizi continua Annibali sono rimasti gli stessi ,addirittura sono stati aumentati per il sociale ,ma ci sono forti preoccupazioni per il 2014 visti i costanti tagli dallo stato.
Comunanza solo nel 2013 ha accusato tagli per circa 150.000 euro creando l’impossibilità di contrarre mutui per la realizzazione di opere pubbliche, le limitazioni di spesa derivanti dal patto di stabilità; tutto questo ha impoverito le casse dei comuni ed ha bloccato i progetti e quindi occupazione.
Pertanto le aliquote IMU e Irpef sono rimaste invariate, la Tares è stata applicata con gli stessi criteri della vecchia Tarsu. le calamità naturali non hanno certo aiutato (alluvione 2011, neve 2012) per le quali si sono visti spiccioli per il 2011 ed ancora nulla per il 2012; adesso si è verificata una ulteriore e più grave nevicata con conseguente alluvione che ha provocato danni ingentissimi e che sono tuttora alla conta.
Agli occhi dei contribuenti i comuni appaiono come “gli esattori” ma in realtà sono vittime solo di tagli e i “nuovi introiti“ vanno tutti alla Stato.
Rendicontando il tutto ,rimane la soddisfazione di essere uno dei pochi comuni che non ha aumentato le tasse ma nello stesso tempo preoccupazione e amarezza per il futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *