Prestito d’onore, numerosi i giovani presenti desiderosi di creare micro-imprese

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

sala prestito

PROVINCIA – Aspiranti imprenditori, in gran parte giovani, hanno seguito con vivo interesse il primo seminario del ciclo informativo promosso dall’Amministrazione Provinciale per spiegare nei dettagli il “Prestito d’Onore Piceno”. Nella sala congressi dell’Hotel Marche, il Presidente della Provincia Piero Celani, con a fianco i rappresentanti dei due Istituti di credito che sostengono l’iniziativa (la società finanziaria Ottavio Sgariglia Dalmonte e la Banca Picena Truentina), ha presentato l’importante intervento volto ad incentivare la creazione di micro-imprese da parte di soggetti residenti nei 33 comuni del Piceno e che si trovino nella condizione di disoccupazione/inoccupazione, lavoratori in sospensione per cassa integrazione e donne occupate over 35.
Si è trattato del primo appuntamento di una serie di incontri in programma questa e la prossima settimana in diverse località della provincia: dall’entroterra alla vallata, dalla costa fino all’area collinare per portare a conoscenza uno strumento fortemente richiesto ed atteso dal territorio e le cui modalità di accesso prevedono procedure rapide ed estremamente semplici.

Con il supporto dello staff della Formazione Professionale e Politiche Attive del Lavoro (i funzionari Antonini e Alfonsi) il Presidente Celani ha voluto illustrare direttamente il progetto ben sintetizzato dallo slogan “Bella Impresa”: “Nei momenti di crisi è opportuno saper seminare in questa direzione, si inquadra tale intervento che da un lato viene incontro alle esigenze della comunità locale desiderosa di individuare nuovi sbocchi occupazionali attraverso l’auto-imprenditorialità e dall’altro facilitare l’accesso al credito, grazie alla presenza di tutor qualificati che seguiranno gratuitamente i beneficiari in ogni passaggio burocratico”.

“Si tratta di un’iniziativa ad ampio raggio – ha aggiunto Celani – che intende alimentare lo spirito imprenditoriale di chi vuole realmente mettersi in gioco e dare corpo concretamente alle proprie idee. La Provincia, attraverso gli sportelli dei Centri per l’Impiego di Ascoli e San Benedetto, assicurerà a tutti gli interessati informazioni e supporto tecnico in piena sinergia con le associazioni di categoria e gli istituti di credito coinvolti. Si ricorda – ha concluso il Presidente – che la data di scadenza per presentare domanda è fissata al 31 dicembre del 2014, un arco di tempo molto esteso che speriamo permetterà di spendere tutto il plafone di 2 milioni di euro stanziato nel bando. In tutto saranno erogati 25 mila euro per imprese individuali o per società con meno di 3 soci; 50 mila euro nel caso di società da 3 a 8 soci”.

Dello stesso avviso anche la Fondazione Ottavio Sgariglia Dalmonte rappresentata dal Presidente Avv. Calvelli e la BCC presente con il dott. Cerreti, che hanno elogiato all’unisono la bontà del progetto che viene incontro ai bisogni del territorio attraverso condizioni di favore come un tasso fisso al 3,20%, un fondo di garanzia regionale del Piceno, la durata del finanziamento fissato a sei anni.
Da parte sua, il funzionario della Provincia Antonini si è soffermato su alcuni aspetti tecnici e giuridici del bando, come la necessità di essere disoccupati al momento dell’accesso al finanziamento o la non cumulabilità con altri prestiti o l’essere residenti nel Piceno da almeno sei mesi.

Dopo un interessante dibattito con gli intervenuti che hanno posto domande e chiesto chiarimenti, il Presidente Celani ha ricordato i prossimi due seminari che si terranno entrambi giovedì 12 dicembre, uno a Comunanza (alle 17) e l’altro Montemonaco (ore 21).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *