Gaspari da il benvenuto alla nona edizione della giornata delle Marche

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Il sindaco Giovanni Gaspari e il Presidente Gian Mario Spacca

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Con gioia ci apprestiamo ad accogliere le celebrazioni della Giornata delle Marche”.
Così il sindaco di San Benedetto del Tronto, Giovanni Gaspari, dà il benvenuto alla nona edizione della Giornata delle Marche, “importante evento – aggiunge – non come autocelebrazione, bensì come momento di riflessione e unità per tutta la comunità marchigiana che si ritrova attorno ad alcuni valori storicamente connessi alla natura marchigiana: operosità, senso dello stare insieme, saldezza dinanzi alle avversità, impegno silenzioso nella solidarietà”.
Il tema scelto per il 2013 è ‘Capitale umano motore di sviluppo economico per la crescita delle Marche’: questione “di stretta attualità – continua Gaspari – che reputo rappresenti la giusta chiave di volta per uscire dalla difficile crisi economica. In un momento in cui si parla di fuga di cervelli, di ricerca e innovazione come leve fondamentali per far ripartire l’economia, per dare speranza ai lavoratori, futuro ai ragazzi, prospettive alle imprese, credo che non ci sia argomento da affrontare con maggior urgenza. Penso che la Regione, nello scegliere San Benedetto per ospitare questo momento, abbia inteso puntare su un territorio caratterizzato da un’alta vocazione turistica, uno degli assi portanti dell’economia marchigiana, e da un’economia giovane e in costante crescita perché capace di rinnovarsi. Ma abbia voluto compiere anche una scelta simbolica puntando su una città-cerniera tra due Regioni, capace da sempre di far dialogare le Marche con le comunità del vicino Abruzzo, ma anche con le realtà transfrontaliere al di là dell’Adriatico”. È la prima volta che la Festa delle Marche si svolge in uno spazio capace di contenere mille persone come il Palariviera, conclude il Sindaco: “La sfida è grande, ma l’abbiamo accolta con grande entusiasmo e ci auguriamo di poter salutare tutti i partecipanti con un bel ricordo della nostra Città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *