AGGIORNAMENTI Frane e allarme esondazione anche nella nostro territorio, le ultime notizie, scuole primarie chiuse a Ripatransone

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Una cittadina ci segnala che diversi sono i tombini aperti sul territorio e molti non sono segnalati, quindi invitiamo i cittadini a prestare la massima attenzione.

Il Sindaco di Martinsicuro Paolo Camioni questa mattina informa: “L’allerta meteo di sabato è estesa anche ai corsi d’acqua.
La Protezione Civile insieme ai nostri addetti sta monitorando i fiumi dopo le piogge della notte scorsa. Chiuso il sottopasso di via Bolzano dove da diverse ore sta operando la P. C. di Villa Rosa con le idrovore. Si segnala la presenza di acqua in via Trento e fango in via del Semaforo; problemi in via del Mare. Percorribili i sottopassi di via Roma e via dei Castani”.

Stato di pre-allerta per possibile esondazione del Fiume Tronto

Il Sindaco di Acquaviva Picena Pierpaolo Rosetti invece avverte “Aggiornamento: non passate in via boreale, lungo albula e zona forola, in atto tre frane consistenti che costruiscono il passaggio
Per precauzione non è transitabile piazza Assalti per pericolo alta tensione dovuto al crollo di un palo della rete elettrica.
A causa del suddetto crollo e della conseguente interruzione di corrente, gli uffici del Comune, pur aperti, non sono raggiungibili telefonicamente.
In caso vi fosse necessità di raggiungere gli uffici comunali, utilizzare l’ingresso di via San Rocco.”

Dal Comune di San Benedetto del Tronto informano che: “Il maltempo continua a colpire la nostra città, come gran parte dell’Italia.
Vi chiediamo per quanto possibile di evitare spostamenti non necessari nelle zone che hanno qualche disagio in più: ci segnalano in zona Agraria la presenza di automobilisti che passano per quelle strade per soddisfare la propria curiosità. Vi raccomandiamo di andare a velocità bassa per evitare “l’effetto onda” che crea non pochi disagi ai pedoni, agli abitanti delle case a piano terra ed alle macchine parcheggiate. In via Val Tiberina e via Pomezia il livello dell’acqua si è alzato ma non ha raggiunto l’altezza del marciapiede. Il tratto di via Roma/via Gramsci è stato chiuso per evitare disagi più alti.
I sottopassi stanno reggendo. Il Fosso collettore di Porto d’Ascoli all’altezza della SS16/Piazza Setti Carraro è ad un livello che non desta preoccupazione.
C’è qualche piccolo problema per quanto riguarda il Torrente Ragnola che ha un livello dell’acqua un po’ più alto. Relativamente al fiume Tronto non ci sono problemi.
Il vero problema sta nei terreni che non ricevono più acqua, a causa delle incessanti piogge di queste settimane, e ciò ha fatto sì che si creasse qualche piccolo smottamento in via della Resistenza ed in Via Madonna della Pietà.
Le squadre della Polizia Municipale, della Protezione Civile, dei Vigili del Fuoco e della CIIP sono tutte al lavoro in queste ore e stanno provvedendo a monitorare ed eventualmente chiudere altri tratti di strada che dovessero presentare disagi più grossi”.

Livelli di guardia raggiunti per i fiumi Tesino di Grottammare, Tronto e il torrente Albula di San Benedetto del Tronto.

Interruzioni per frane sulla Ss 4 a Comunanza e la Sp 239 nell’Ascolano (Fonte Ansa).

Il Sindaco di San Benedetto del Tronto Giovanni Gaspari: “Il livello del Tronto è da considerarsi sotto controllo, nonostante nella prima mattinata di oggi la Sala Operativa Integrata della Protezione Civile, in costante collegamento con la nostra sala operativa di Protezione civile, ci abbia comunicato che si è proceduto al rilascio controllato di modiche quantità di acqua dagli invasi di Palombara e Mozzano. La sommatoria delle quantità rilasciate stamane è inferiore a quella rilasciata lo scorso 11 novembre, in occasione di una precedente situazione di criticità, e comunque inferiore ai 30 metri cubi al secondo.

L’unica criticità degna di attenzione particolare è rappresentata dal torrente Ragnola che ha esondato nel territorio al confine tra San Benedetto e Monteprandone. La situazione è resa più delicata dalla presenza di un albero caduto che ostacola il regolare deflusso delle acque.
Contiamo sul graduale, anche se lento, miglioramento delle condizioni meteo a partire dal primo pomeriggio anche se tutti gli uomini e i mezzi impegnati nella gestione della criticità resteranno al loro posto sino a cessazione dell’emergenza.
Nel frattempo, rinnovo l’invito a ridurre al minimo gli spostamenti, soprattutto nelle zone a maggiore criticità come l’Agraria e il centro cittadino e soprattutto a prestare la massima attenzione al transito, sia evitando i sottopassi sia procedendo a passo d’uomo nelle strade allagate per evitare l’effetto – onda, molto dannoso per strutture e beni posti ai piani terra”.

Tesino

MASSIMA ATTENZIONE aperte tutte e 4 le paratie della Diga Di Talvacchia a Valle Castellana. NON METTETEVI IN VIAGGIO, fate attenzione nei ponti e nei sottopassaggi. Allerta da segnalare agli amici di Ascoli e riviera. Fonte: Valle Castellana InfoNews

ORE 13.30 SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I sopralluoghi in corso fanno emergere una presenza di acqua nella zona industriale di Monteprandone, quasi sicuramente però non proveniente dal Tronto ma da un reticolato idrico minore che al Tronto affluisce.

Pertanto, a scopo esclusivamente precauzionale, visto che non ci sono elementi per un allarme, il Sindaco Gaspari ha contattato la dirigente dell’I.s.c. “Sud” Manuela Germani affinché inviti i genitori a ritirare gli alunni della scuola “Alfortville” che normalmente frequentano la scuola anche nelle ore pomeridiane.

Inoltre è stato diffuso l’invito, sempre a scopo precauzionale, a spostare le automobili dalle zone più a rischio come l’Agraria e la zona San Giovanni.

In ogni caso il Sindaco invita tutti ad affrontare la difficoltà con calma e soprattutto a non spostarsi se non strettamente necessario. Si continua a segnalare infatti la presenza di automobilisti che, per pura curiosità, rendono difficoltoso il transito nelle zone interessate dai disagi.

Il Presidente della Regione Marche: “Continua a portare disagi nelle Marche il maltempo delle ultime ore. La pioggia battente e lo scioglimento della neve accumulata sugli Appennini stanno mettendo in crisi i fiumi della nostra regione che in alcuni casi hanno già iniziato ad esondare, in particolare nel sud della regione. Raccomando alla popolazione la massima attenzione”

Grottammare Maltempo, il Tesino sotto stretto controllo

AGGIORNAMENTO ORE 14 MARTINSICURO: Appena firmata ordinanza per la sospensione delle attività didattiche presso le Scuole Materne di Martinsicuro (Capoluogo) ed il Nido di Villa Rosa, per il pomeriggio di oggi.

AGGIORNAMENTO ORE 14.20 MONTPRANDONE: Il Sindaco Stefano Stracci “Avviso a tutti i residenti delle zone a Sud della Ferrovia a Centobuchi. Spostare tutte le auto nelle zone alte. Evitare transito sotto la ferrovia. Evacuare i piani terra delle abitazioni.
Urgono volontari per predisporre sacchetti di sabbia. Ritrovo in sede Protezione Civile presso Stazione di Centobuchi. Importante!”.

AGGIORNAMENTO ORE 15.30: Martinsicuro il quartiere Tronto evacuato, la bonifica e molte le fabbriche allagate. Il fiume Vibrata sta rompendo gli argini. (Da Ilaria Mungo)

Con riferimento alle notizie che, anche tramite i social network, si susseguono incontrollate, pur senza disconoscere la delicatezza della situazione, il sindaco Giovanni Gaspari, che continua a seguire in prima persona l’evolversi della situazione in raccordo con la Protezione civile e le Forze dell’Ordine, intende rassicurare i cittadini di San Benedetto che non esistono immediati rischi di ondate di piena. I rilasci controllati di acqua dagli invasi a monte stanno avvenendo da questa mattina, hanno certamente contribuito ad aumentare la portata del Tronto ma nel territorio di  San Benedetto non hanno provocato alcuna rottura di argini. Qualora dalle fonti ufficiali e a ciò preposte dovessero giungere informazioni tali da mutare il quadro appena descritto, il Comune, tramite le proprie pagine del sito istituzionale www.comunesbt.it e i propri profili sui social network Twitter e Facebook, fornirà in tempo reale tutte le notizie utili.

ORE 17 COLONELLA: San Giovanni (Colonnella) stimati 50 cm – 1 mt d’acqua. Zona industriale bonifica Tronto (Valle Cupa) stimati 3 mt d’acqua: fabbriche evacuate. Operai in salvo. Alcuni dipendenti barricati ai piani alti (uffici). Posto di blocco nei pressi del bar Monti: percorso deviato.

ORE 18.00 MARTINSICURO: Stando a quando confermato dalla Sala Operativa della prefettura di Teramo, sembrerebbe che il Tronto sia in via di miglioramento. Tuttavia, il fiume resterà costantemente monitorato sino a domattina, a causa del perdurare delle criticità nelle ore a seguire.
Gli evacuati del quartiere Tronto Messi in salvo presso il palazzetto dello sport di Martinsicuro sono tornati nelle loro abitazioni. Questa notte il palazzetto resterà chiuso, attivi i numeri di reperibilità: croce verde (0861/710200), polizia locale (0861/79551)

Ore 19.00 SAN BENEDETTO DEL TRONTO Dal comune “Si precisa, per soddisfare le diverse richieste che stanno pervenendo in queste ore, che non è stata emanata alcuna ordinanza relativa alla chiusura delle Scuole per domani martedì 3 dicembre 2013. Quindi le scuole di San Benedetto del Tronto saranno aperte”.

ORE 19.20 MARTINSICURO “l Centro Operativo Comunale (C.O.C) resterà aperto operativo presso il Comando di Polizia Locale in via Tordino al numero 0861/79551. Postazione attiva h 24: al lavoro almeno 5 operatori, due in esterna a monitorare i fiumi e gli altri stazioneranno la Sala Operativa occupandosi delle emergenze. Nel pomeriggio una decina di famiglie del quartiere Tronto sono state evacuate presso il punto di raccolta sito in viale dello Sport assistite dai volontari della Croce Verde. Stando agli ultimi aggiornamenti le famiglie ospitate sono tornate nelle loro abitazioni. Questa notte il palazzetto resterà chiuso, attivi i numeri della croce verde (0861/710200) e della polizia locale (0861/79551). Domani scuole aperte.” (Da Ilaria Mungo)

ORE 19.30 RIPATRANSONE – Il Sindaco Remo Bruni avvisa “Domani, 3 dicembre, per motivi di sicurezza, causa chiusura temporanea di via Uno Gera e conseguenti difficoltà di accesso alla scuola materna, elementare, primaria e nido del capoluogo, le lezioni sono sospese. Il Mercantini aperto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *