In manette una nigeriana e un cittadino monteprandonese

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

carabinieri
MONTEPRANDONE – Giornata impegnativa quella dei Carabinieri della stazione di Monteprandone. In due distinte operazioni, infatti, i Militari dell’Arma hanno provveduto a far rispettare i provvedimenti restrittivi della Procura.

Il primo intervento è stato effettuato ai danni di una nigeriana di 38 anni, E.E. le sue iniziali, a cui la Procura della Repubblica presso la Corte D’Appello di Perugia aveva inflitto una pena di nove anni, due mesi e ventiquattro giorni di reclusione per il reato di “Favoreggiamento, induzione e sfruttamento della prostituzione”. Arrestata è stata tradotta presso il carcere femminile di Castrogno (TE).

Il secondo ha riguardato un cittadino monteprandonese a cui il Tribunale di Sorveglianza di L’Aquila aveva imposto una pena di un anno e due mesi di reclusione per il reato di “ricettazione”. A D.R.F., di 41 anni, sono stati concessi gli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *