Inail e Regione Marche insieme per migliorare le prestazioni di assistenza sanitaria

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Spacca inail

REGIONE MARCHE – Migliorare le prestazioni di assistenza sanitaria: questo il traguardo raggiunto grazie alla collaborazione fra Inail e Regione Marche: migliori prestazioni sanitarie a favore degli infortunati e dei tecnopatici, estendibili agli assistiti del Servizio Sanitario Nazionale .Importante novità introdotta con la firma del Protocollo d’intesa siglato oggi tra Inail, nella persona del Presidente – Massimo De Felice – e Regione Marche, nella persona del Presidente – Gian Mario Spacca – è la possibilità dell’erogazione di prestazioni riabilitative non ospedaliere a lavoratori infortunati e affetti da malattia professionale, anche in strutture pubbliche e private accreditate con il SSN, previo specifico accordo stipulato dall’INAIL con la struttura interessata. L’ampliamento della tutela degli assicurati Inail per l’erogazione delle cure necessarie al recupero dell’integrità psicofisica non comporterà per il sistema regionale ulteriori oneri finanziari. Il protocollo prevede inoltre la possibilità per tutti i cittadini di usufruire di prestazioni sanitarie presso le strutture Inail, una volta  stipulate specifiche convenzioni con il SSR. Viene inoltre confermata l’erogazione di prime cure ambulatoriali presso i centri medico-legali dell’Inail. Forme ulteriori di collaborazione relative a progetti di ricerca scientifica e tecnologica, iniziative di formazione in campo protesico, riabilitativo e di reinserimento sociale e lavorativo saranno previste in attuazione dell’accordo. L’integrazione e la cooperazione tra le Istituzioni sono fondamentali al fine di garantire ai cittadini livelli di assistenza migliori. Il monitoraggio dell’attuazione del Protocollo sarà affidato ad un tavolo tecnico di coordinamento Inail-Regione. “Il Protocollo – dice il presidente Spacca – consente di offrire migliori risposte e servizi più facilmente accessibili per un numero rilevante di persone che presentano situazioni di fragilità fisica. Questa firma, dunque, si inserisce perfettamente nella strategia regionale che mette al primo posto la salute e la sicurezza sociosanitaria dei cittadini. Ringraziamo l’Inail per questa collaborazione che si inquadra in un rapporto consolidato e strutturato con la Regione, orientato alla massima concretezza in materia di sicurezza sul lavoro”. “L’intesa – sottolinea De Felice –  potenzia la nuova missione dell’Inail come Polo Salute e Sicurezza previsto dal Testo Unico sulla sicurezza e dà applicazione all’accordo quadro raggiunto in conferenza Stato Regioni. Ciò consentirà all’Inail di completare nel modo più efficace il ciclo della presa in carico dei propri assicurati, accompagnando i lavoratori infortunati e tecnopatici lungo l’intero percorso di cura, riabilitazione e reinserimento sociale e lavorativo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *