Tre arresti in Riviera

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

carabinieri

RIVIERA – I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del dipendente N.O.R., al termine dei dovuti accertamenti, hanno tratto in arresto per “furto aggravato” il pregiudicato di cittadinanza rumena, in Italia senza fissa dimora.
Nel pomeriggio di ieri questi era stato sorpreso dagli agenti del servizio antitaccheggio del centro commerciale Ipercoop “Porto Grande” dopo che aveva rubato generi alimentari per un valore di circa 200,00 euro, occultandoli all’interno di borsa schermata, a sua volta dal medesimo soggetto rubata nell’adiacente negozio di articoli sportivi “Decathalon”. Immediatamente venivano allertati i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile in servizio di pattugliamento, che si portavano sul posto prendendo in consegna il soggetto.
L’intera refurtiva è stata restituita ai responsabili degli esercizi commerciali. L’arrestato, su disposizione della Procura della Repubblica del Tribunale di Ascoli Piceno, è stato trattenuto presso la camera di sicurezza di questo Comando, in attesa dell’udienza direttissima.

Arresto di un pregiudicato straniero per “inosservanza del provvedimento di espulsione”.
I Carabinieri della locale Stazione, a conclusione dei relativi accertamenti, hanno tratto in arresto per “inosservanza del provvedimento di espulsione dal territorio nazionale” un pregiudicato di cittadinanza albanese. Questi, nella mattinata di ieri, veniva fermato in questo centro per un normale controllo da una pattuglia della Stazione di San Benedetto del Tronto la quale, dopo accurati accertamenti in Banca Dati, veniva a conoscenza che il prevenuto era rientrato clandestinamente in Italia dopo che nel mese di giugno 2009 era stato espulso dal territorio nazionale con un provvedimento emesso dalla Prefettura di Ascoli Piceno. L’arrestato, su disposizione dell’A.G., veniva posto agli arresti domiciliari in un appartamento di un connazionale in questo centro, in attesa del giudizio direttissimo e conseguente nuovo provvedimento d’espulsione.

Arresto di una pregiudicata per “inosservanza dei provvedimenti del Giudice”.
I Carabinieri della Stazione di Cupra Marittima hanno dato esecuzione ad un provvedimento d’arresto dell’Ufficio di Sorveglianza di Macerata nei confronti di una donna pregiudicata del luogo, poiché si era resa responsabile di aver violato alcune prescrizioni dell’ “obbligo di affidamento in prova ai servizi sociali” a cui era stata sottoposta dalla medesima Autorità Giudiziaria.
La decisione è stata presa a seguito di ripetute segnalazioni da parte dei Carabinieri di Cupra Marittima che attestavano un comportamento della donna non in linea con quelle che erano le prescrizioni impostele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *