Prostituzione a San Benedetto, la polizia scopre una casa a luci rosse

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

602-408-20131113_152058_34C77F2F
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una fiorente attività scoperta a Porto d’Ascoli. A pochi passi dal mare, in via Scarlatti, gli agenti del Commissariato di San Benedetto hanno scovato una casa d’appuntamenti. All’interno dell’appartamento una domenicana di 30 anni che praticava il mestiere più antico del mondo. A mettere la pulce nell’orecchio degli inquirenti una segnalazione di un gran via vai di gente verso la casa in tutte le ore del giorno e della notte.
Come consuetudine è stata avviata un’indagine e gli uomini al comando del dottor Filippo Stragapede hanno voluto vederci chiaro. Un agente in borghese si è finto un cliente e si è presentato alla porta. Ad aprire una donna in abiti succinti che senza tanti giri di parole ha concordato la prestazione sessuale con il potenziale cliente. A qual punto la faccenda era chiara e la domenicana è stata accompagnata negli uffici della Questura per accertamenti.
La donna è stata allontanata dall’Italia e attraverso le indagini si è potuto stabilire che l’appartamento era affittato ad un’altra domenicana di 45 anni domiciliata a Milano. Ai danni di quest’ultima è stata inoltrata una denuncia. Ora la mlanese dovrà rispondere di sfruttamento della prostituzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *