Emergenza fiumi. Allerta Tronto: sale il livello di guardia

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

È ancora emergenza nel Teramano a causa delle violente piogge che si sono abbattute in questi giorni sulla costa abruzzese. Il ciclone Venere sembra non concedere tregua, specie sul versante adriatico colpito in questi giorni da forti raffiche, piogge torrenziali e frane.

Leggi anche Maltempo sulla costa, esondano i fossi che alimentano il Tronto

MONTEPRANDONE – Per motivi di sicurezza derivanti dalle cattive condizioni atmosferiche, è stata disposta la chiusura immediata da oggi 13.11.2013 e fino a uovo ordine, della pista ciclo-pedonale posta sull’argine del fiume Tronto. Si invitano, altresì, i cittadini a stare lontani dai corsi d’acqua ove, viste le abbondandi precipitazioni, si sono determinate condizioni di potenziale pericolo per l’incolumita di persone e cose.

MARTINSICURO – Il maltempo che da lunedì flagella la costa teramana sembra essersi attenuato. Intanto nelle zone colpite si comincia a fare la conta dei danni causati da allagamenti e smottamenti.

Desta particolare apprensione in queste ore il livello di guardia di certi fiumi, specie il Tronto che si pone proprio al confine tra Abruzzo e Marche. Il fiume ha di fatto superato il livello di guardia, aumentando di molto la propria portata. Sebbene costantemente monitorato dai vigili e dalla protezione civile, il Tronto è esondato in più punti, specie nella zona industriale, bloccando alcune vie d’accesso lungo la bonifica dove sorgono alcuni insediamenti agricoli e numerose attività industriali.

A Martinsicuro il litorale è stato fortemente danneggiato dalle mareggiate. Diversi tratti di spiaggia sono letteralmente invasi dai detriti trasportati dal mare e da fiumi e torrenti. Numerosi disagi si registrano sul lungomare e le vie antistanti. La banchina del molo sud è completamente ricoperta da legna, tronchi, rami, rifiuti e altri detriti trasportati dalla corrente e soprattutto dal fiume. Il tratto di marciapiede a ridosso dello Chalet Malu’ sul lungomare è collassato, provocando una voragine piuttosto profonda. Via del Mare e Via Il Rodi sono allagate e inagibili. Il lungomare Italia a Villa Rosa presenta lo stesso desolante scenario truentino: il mare in burrasca ha colpito violentemente le spiagge, accrescendo notevolmente il già critico problema del’erosione costiera, provocando altresì alcuni danni alle attività balneari presenti sulla passeggiata.

Questa mattina la scuola elementare in Piazza Cavour è rimasta chiusa su ordinanza del Sindaco a causa di alcune infiltrazioni nelle classi. Chiusa anche la scuola dell’infanzia di via Franchi a Villa Rosa a causa del crollo di un prugnolo sulla cancellata d’ingresso e di  un palo dell’energia elettrica. Anche la scuola elementare e media di via Cesare Battisti nei giorni scorsi hanno subito infiltrazioni e allagamenti. Idem per quanto riguarda il palazzetto dello sport in viale dello Sport a Martinsicuro.  Situazione in netto miglioramento per quanto riguarda la viabilità, anche se continua l’opera di vigilanza e pattugliamento della protezione civile in costante monitoraggio della zona. I sottopassi di via Roma e Bolzano sono di nuovo accessibili, dopo che nei giorni passati risultavano praticamente inagibili, e dopo aver causato grossi disagi alla circolazione stradale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *