Direttiva Bolkestain, il Presidente Spacca incontra gli operatori balneari

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Spacca e Giorgi

Immagine di repertorio

REGIONE MARCHE – Il presidente della Regione Gian Mario Spacca ha incontrato questa mattina i rappresentanti delle Associazioni di categoria degli operatori balneari di Confcommercio, Confesercenti, Confindustria, Cna.
La riunione è servita ad approfondire e fare il punto sulla questione del rilascio e del rinnovo delle concessioni demaniali marittime a seguito dell’applicazione della direttiva Bolkestein che coinvolge migliaia di piccole imprese, spesso a conduzione familiare e, da generazioni, strettamente legate allo sviluppo del turismo balneare. In apertura dell’incontro già programmato, si è ovviamente parlato anche della drammatica situazione che in queste ore gli operatori balneari stanno vivendo a causa degli ingentissimi danni provocati alle loro strutture dall’eccezionale ondata di  maltempo che ha flagellato l’intero territorio. Spacca ha annunciato di aver già inoltrato al Capo del Dipartimento nazionale della Protezione civile Franco Gabrielli la dichiarazione dello stato di emergenza ai sensi dell’art. 5 della Legge 225 del 1992.

Ampia sintonia tra le parti si è poi riscontrata sulla richiesta avanzata dalla Commissione Turismo delle Regioni al governo, di una immediata interlocuzione con la Commissione Europea per concordare le procedure di esclusione delle concessioni demaniali ad uso turistico e ricreativo dalla direttiva servizi, prevedendo per esse un’apposita deroga in virtù proprio della specificità delle piccole imprese balneari a conduzione familiare, degli investimenti realizzati negli anni, delle positive esperienze e professionalità acquisite dagli operatori stessi.

Unità di vedute si è registrata anche per quanto concerne il dibattito in corso in queste ore sulla sdemanializzazione. Si resta in attesa degli sviluppi dei lavori parlamentari consapevoli dell’urgenza di definire la questione nelle sedi istituzionali competenti e con il pieno coinvolgimento della Conferenza delle Regioni.

Per quanto riguarda infine il tema della fiscalità, la Regione Marche si sta impegnando affinchè, in sede di Conferenza Stato-Regioni, si costituisca un tavolo di settore con il Governo per formulare proposte di riforma delle politiche fiscali necessarie per supportare le imprese turistiche nella difficile congiuntura economica. In particolare la Regione e gli operatori condividono la necessità di ridurre le aliquote Iva sia per i servizi turistici che per le strutture ricettive, per adeguare queste ultime agli standard europei e per rendere le imprese italiane competitive sui mercati internazionali.

In conclusione gli operatori hanno espresso il loro apprezzamento per il continuo impegno e la costante attenzione della Regione Marche e, del presidente Spacca in particolare, nei confronti delle problematiche del settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *