Maltempo sulla costa, esondano i fossi che alimentano il Tronto

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Il vecchio campo sportivo di Centobuchi
Il vecchio campo sportivo di Centobuchi

SAN BENEDETTO – Il maltempo, che ha flagellato nelle ultime 24 ore la costa sambenedettese e tutto l’entroterra piceno, sembra dare una piccola tregua. Ma la coda non è stata avara di sorprese. Data la grande mole d’acqua che si è abbattuta sul territorio le previsione dei più non sono state disattese e nella notte sono esondati i fossi di collegamento al Tronto. A rimanere sott’acqua alcune zone della frazione di Centobuchi, dell’Agraria e punti ricadenti sotto il comnune di Colonnella come contrada Isola, vicino al casello dell’A14, e della zona Bonifica. Inizialmente si era pensato che non avessero retto gli argini del Tronto ma ad una più attenta analisi si è potuto verificare che a straripare erano stati alcuni fossi non adeguatamente puliti in vista dell’ondata di maltempo ampiamente prevista.
Spettacolare anche la mareggiata che si è abbattuta su San Benedetto. Il mare, forza undici, ha invaso in più punti la carreggiata stradale rendendo necessaria l’interdizione, per precauzione, del traffico veicolare dal Bacio dell’Onda fino ai cantieri Metamarine. Sempre in zona alcuni disagi si sono riscontrati anche in zona porto dove le barche all’ormeggio sono state sbattute contro la banchina dalla forza dei marosi. Gli uomini della Capitaneria, guidati dal comandante Lo Presti, comunque, hanno vigilato attentamente per assicurarsi che non succedesse nulla di grave.
Il caso più spettacolare si è verificato in comune di Roccafluvione. Una frana ha coinvolto un’auto in transito. Fortunatamente la ragazza che occupava il mezzo è riuscita ad uscire dall’abitacolo ma è stata travolta dalla melma che l’ha trascinata via. I soccorsi sono scattati immediatamente e una squadra dei Vigili del Fuoco è riuscita a trarla in salvo agganciandola con una corda lunga 100 metri. Ma la disavventura della povera non è finita qui. Un’ambulanza, infatti, è giunta sul posto per trasportarla in ospedale ma anche questo mezzo è stato travolto da una seconda frana rimanendo bloccata. Il tutto si è risolto con l’intervento di una gru e di una scavatrice che hanno riportato tutto alla normalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *