Ripatransone: passeggiata enogastronomica lungo Le Vie di Bacco

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
Da destra il consigliere Paolo Polidori, il presidente e la vice presidente della pro loco ripana rispettivamente Mario Marinelli e Mariella Ciotti, il sindaco Remo Bruni, Jury Chechi, i consiglieri Alessandro Ricci e Paolo D'Erasmo
Da destra il consigliere Paolo Polidori, il presidente e la vice presidente della pro loco ripana rispettivamente Mario Marinelli e Mariella Ciotti, il sindaco Remo Bruni, Jury Chechi, i consiglieri Alessandro Ricci e Paolo D’Erasmo
Jury Chechi
Jury Chechi
Il sindaco Remo Bruni e Jury Chechi con alcuni giornalisti
Il sindaco Remo Bruni e Jury Chechi con la stampa

RIPATRANSONE – Il 2 novembre  si inaugura la diciannovesima edizione di Le Vie di Bacco; per la presentazione di questa ormai rinomata ed affermata “passeggiata enogastronomica”, è stata scelta l’incantevole cornice dell’agriturismo Colle del Giglio, aperto da poco tempo da Jury Chechi, medaglia d’oro alle olimpiadi di Atlanta, che ha scelto i colli ripani come location per la realizzazione di questa struttura. Come ha spiegato lo stesso sportivo “Nonostante io sia toscano, sono legato a questa terra, le Marche, dal 1982, anno in cui ho incominciato a svolgere, nel Palazzetto dello Sport di Porto San Giorgio la preparazione estiva, fino al 2004. In quei periodi – nei momenti di relax – ci spostavamo verso San Benedetto del Tronto e Grottammare e ho avuto così modo di poter conoscere anche queste zone. Nel 2007 ho deciso, insieme ad altre persone, di cercare casa nel Piceno e qui a Colle del Giglio si è fermata la nostra ricerca e la meraviglia di questo luogo ha fatto sì che dall’idea della casa siamo passati all’idea dell’agriturismo, una scelta non solo commerciale ma anche di cuore: qui si respira un’aria familiare, si sta bene, la location è spettacolare e l’agriturismo è un modo per condividere questa bellissima esperienza”. Il “Signore degli Anelli” ha definito il Piceno una zona con grandi potenzialità, dalle quali, facendo sistema con tutti e sfruttando le opportunità presenti, si possono avere grandi soddisfazioni; i progetti del campione olimpionico non si fermano solo all’agriturismo Colle del Giglio, che oltre ad offrire dei deliziosi piatti tipici della cucina tradizionale è anche un luogo di produzione vinicola e offre ospitalità ai turisti con appartamenti e camere, ma ci sono in cantiere anche una Spa con caratteristiche particolari e proposte di eventi sportivi.

Il Sindaco Remo Bruni, durante la cena, ha ringraziato Jury Chechi per l’ospitalità nel suo agriturismo e per “aver scelto Ripatransone per il suo grande investimento produttivo, scelta che ci onora”, ha lasciato poi la parola al Consigliere delegato alla Cultura, Paolo Polidori, per la presentazione della manifestazione Le Vie di Bacco, che ha dichiarato in proposito:“Questa è una importante manifestazione enogastronomica e come ben sappiamo l’enogastronomia è una parte importante della cultura italiana. L’UNESCO ha inserito fra i patrimoni culturali immateriali dell’umanità la dieta mediterranea che ritroviamo nella dieta locale e che viene riproposta nei validissimi menu dalle strutture aderenti a Le Vie di Bacco”. Polidori ha ringraziato Mario Marinelli e Ciotti Mariella, rispettivamente presidente e vice presidente della pro loco ripana, per l’attiva collaborazione nella realizzazione della manifestazione; Marinelli ha sottolineato che l’iniziativa si sta evolvendo in crescendo, in molti chiedono informazioni a riguardo e quindi è una buona promozione per il territorio.

Infine ha preso la parola l’assessore delegato all’Agricoltura Roberto Pasquali che in merito all’evento ha espresso una grande soddisfazione per essere arrivati alla diciannovesima  edizione, anche da parte delle strutture aderenti, e ha posto, inoltre, l’accento sulla non meno importante produzione vinicola del territorio di Ripatransone: “Il territorio vanta la superficie più “vitata” della regione Marche e una grossa presenza di cantine; il vino è espressione della nostra terra e ci rappresenta nel mondo in paesi come il Giappone e l’Australia. La produzione vinicola accompagnerà i piatti tipici dei menu preparati dalle strutture aderenti a Le Vie di Bacco, come il Rosso Piceno Superiore, il Rosso Piceno, il Pecorino, il Falerio e , agli inizi di novembre, il vino nuovo”.

Quindi appuntamento per tutti lungo Le Vie di Bacco  dal 2 novembre al 1 dicembre 2013, per una invitante passeggiata enogastronomica con i ristoratori e i produttori ripani, aderenti alla manifestazione, di vino e di olio, altro prodotto di eccellenza del territorio, che sono:

Ristoranti: il wine bar Alto Gradimento, il ristorante Barone Rosso,la  società agricola Colle del Giglio, l’agriturismo Iervasciò, il ristorante Il Piceno, l’azienda agricola biologica La Contrada, il centro turistico rurale di ristoro La Sorgente, il ristorante pizzeria Lu Cuccelò, l’agriturismo Pietra Antica e l’azienda agricola biologica Relais del Colle.

Cantine: Colli Ripani, Damiani Pasqualino, D’Angelo Bernardo, Frattini Laura, Gozzana, La Fontursia, La Vite Maritata, Le Caniette, Le Cantine di Figaro, Nibi Salvatore, Perozzi Camillo, Poderi Capecci San Savino, Tenuta Cocci Grifoni, Tenuta Santori Montebove e Villa Grifoni.

Produttori di olio: Acciarri Bruno, Cardarelli Maurizio, Colli Ripani, Frattini Laura, Iervasciò, La Fontursia, Nibi Saro, Podere del Nonno, Tenuta Cocci Grifoni, Villa Grifoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *