Martinsicuro, la parrocchia Madre Teresa di Calcutta compie 10 anni

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Foto di Simone Marconi

MARTINSICURO – La parrocchia Madre Teresa di Calcutta di Martinsicuro compie 10 anni. Per l’occasione domenica 19 ottobre è stata celebrata la Santa Messa proprio su quel terreno a ridosso di via Roma dove verrà edificata la nuova chiesa dedicata alla beata di Calcutta. L’intera comunità  in processione ha attraversato le vie cittadine partendo da via Napoli, dov’è tuttora sita l’omonima chiesa, percorrendo poi via Torino e via Bolzano, per raggiungere infine il terreno di prossima edificazione. Un momento di condivisione spirituale e umano alla presenza della cittadinanza martinsicurese.
Durante l’omelia Don Marco Farina ha ricordato come la decisione del nostro Vescovo di dare a Martinsicuro una seconda parrocchia – nonostante le perplessità – si è rivelata una scelta azzeccata.  “Il Vescovo si è fatto interprete del volere di Dio.” – ha dichiarato il parroco. “Le molte conversioni e grazie, nonché le miracolose guarigioni, ne sono la conferma: la chiesa di Madre Teresa è nata per volontà di Nostro Signore Gesù Cristo.”

La parrocchia Madre Teresa di Martinsicuro guidata fin dalla sua fondazione da don Marco Farina è la prima al mondo dedicata alla beata di Calcutta. Nasce il 19 ottobre del 2003 per volere della Santa Sede e per intercessione del nostro Vescovo Mons. Gervasio Gestori.
Il processo di beatificazione di Madre Teresa fu voluto da Papa Giovanni Paolo II e si svolse in occasione della Giornata Missionaria Mondiale.
Con una deroga speciale Giovanni Paolo II fece aprire il processo di beatificazione a soli due anni dalla morte di Madre Teresa. La procedura si concluse nell’estate del 2003 e la proclamazione avvenne il 19 ottobre.

La comunità di Madre Teresa comprende i parrocchiani residenti nella zona 167 (quartiere Anfiteatro), via Roma dall’incrocio con via Alighieri fino al fosso Partenope e la zona industriale fino al confine con Villa Rosa. La comunità di Madre Teresa è una realtà numerosa, viva e partecipata. In parrocchia sono attivi il settore evangelico, quello pastorale e familiare, il settore carità con la Onlus Madre Teresa e il settore giovanile.

I lavori della nuova chiesa partiranno con molta probabilità la prossima estate. Per la prima volta il progetto è stato presentato alla comunità parrocchiale ed è stato adattato alle esigenze della comunità stessa.
Un’anticipazione sulla nuova chiesa pone l’accento sul tema dei mosaici che ripercorreranno le tappe della vita di Maria figlia di Dio, madre di Cristo, sposa dello Spirito Santo e moglie di Giuseppe. Un’altra curiosità interessante – che però non sveleremo ancora – riguarda la statua dedicata a Madre Teresa alla quale è stata riservata una nicchia ‘speciale’.

Ormai da tempo la comunità di Madre Teresa reclamava la necessità di un luogo di culto nel quale poter esprimere liberamente la propria fede e assistere alle cerimonie religiose. Ad oggi, la comunità è solita riunirsi nei locali di via Napoli nel quartiere Anfiteatro, dov’è attualmente ubicata la sede della Madre Teresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *