Contrasto alla prostituzione a Martinsicuro, arrestati coniugi cinesi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

polizia

MARTINSICURO – Nell’ambito dell’attività a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica e di contrasto alla criminalità disposto dal Sig. Questore di Teramo nel territorio comunale di Martinsicuro (TE) e con particolare riferimento agli specifici servizi mirati alla repressione dei reati connessi alla prostituzione in appartamenti da parte di giovani donne extracomunitarie, nonché di contrasto all’immigrazione clandestina, personale di questa Squadra Mobile, nella decorsa serata, ha effettuato un controllo di Polizia in un’abitazione sita a Martinsicuro, adibita a vera e propria “casa d’appuntamento” e gestita da una coppia di coniugi di nazionalità cinese, in regola con il soggiorno sul Territorio Nazionale.
Dopo aver effettuato un attento e costante servizio nei pressi della citata abitazione, durante il quale si aveva modo di notare un continuo viavai di persone di sesso maschile di ogni età, personale operante accedeva nell’appartamento, all’interno del quale si procedeva all’identificazione dei due coniugi e di una giovane donna della stessa etnìa, in abiti succinti e clandestina sul territorio dello Stato.
Dagli accertamenti effettuati nell’immediatezza dei fatti, si appurava che i due coniugi affittuari dell’abitazione, favorivano la prostituzione della connazionale, debitamente ed esplicitamente pubblicizzata in un giornalino specializzato, circostanza, questa, confermata dal sequestro della somma di Euro 850,00, provento dell’attività di meretricio e dal rinvenimento di 274 profilattici.
Marito e moglie, dunque, venivano deferiti alla locale Procura della Repubblica per i reati di favoreggiamento della prostituzione e di favoreggiamento alla permanenza illegale nel territorio dello Stato della connazionale clandestina, mentre nei confronti di quest’ultima il locale Ufficio Immigrazione disponeva l’espulsione dal territorio dello Stato.

Sono in corso ulteriori accertamenti, al fine di individuare ulteriori persone gravitanti nello stesso contesto delittuoso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *