VIDEO: Come orientare i giovani al bene!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

vescovo e liceo classico montalto

MONTALTO DELLE MARCHE – Come orientare i giovani al bene in una società che non ha tempo, è stato questo il tema dell’incontro svoltosi nella mattinata dell’11 ottobre presso il Liceo Classico Statale di Montalto delle Marche, organizzato dalla professoressa di religione Luisa Del Balzi e con la partecipazione del parroco Don Lorenzo Bruni e del Vescovo Gervasio Gestori.

La mattinata ha avuto la sua fase iniziale nella celebrazione della Santa Messa, presieduta dal nostro Vescovo presso la Chiesa di Santa Chiara, edificio di lodevole pregio artistico/culturale, risalente al XVII secolo e facente parte del convento delle Clarisse. L’omelia del Pastore della Chiesa Truentina, rivolta ai ragazzi e ai docenti della scuola, si è incentrata sulla riscoperta della capacità di meravigliarsi della bellezza del Creato e d’interrogarsi sul senso della vita, aspetti rilevanti di una celebrazione interamente in lingua latina, un modo per scoprire le messe di un tempo, incentrate sul nostro idioma d’origine.

Dopo la Celebrazione, il nostro Vescovo e i sacerdoti si sono trasferiti presso i locali del Liceo Classico, per l’incontro con i ragazzi, svoltosi nell’aula magna Angelici. Un momento di condivisione, di confronto e toccante per tutti, sia per il giovane, sia per il nostro Vescovo che confrontandosi con loro, ha rievocato i suoi periodi scolastici e la sua carriera da docente di storia e filosofia.  Come orientare i giovani al bene in una società che non ha tempo? Il nostro Vescovo ha risposto al tema invitando i giovani a privilegiare le cose importanti da quelle urgenti. La scuola non è vista come una bottega, ma una palestra, una ginnastica per la mente, per i sentimenti, un luogo dove si cresce e si coesiste tra ragazzi e ragazze all’interno di una classe.

Dopo aver ascoltato le Parole del Vescovo, la foto di gruppo e il ricco buffet di delizie dolciarie del territorio, hanno fatto da complemento a questa indimenticabile mattinata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *