FOTOGALLERY Contro l’usura: conferenza con la Fondazione Mons. Francesco Traini

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Il fenomeno dell’usura e territorio”, incontro organizzato dalla Fondazione Antiusura Mons. Francesco Traini, si è tenuto Mercoledì 9 Ottobre presso la Sala Polivalente della Caritas Diocesana di S. Benedetto del Tronto.
La conferenza si inserisce nel ciclo di incontri previsti per i festeggiamenti del Santo Patrono della città, e si è ispirata al ricordo di una personalità che in essa ha lasciato il segno, quella di Mons. Traini a cui la fondazione è intitolata. “Don Francesco”, racconta Mons. Romualdo Scarponi in apertura della conferenza, “trovò una città in pezzi e una popolazione povera e bisognosa.
La prima cosa che fece fu pensare a un aiuto concreto ed attuarlo preparando la minestra nell’oratorio, contribuendo all’apertura di un asilo, di una scuola e di un forno. Quello che era più importante per lui era stare vicino alla gente.” Quando Mons. Traini morì, nel 96, fu proprio Don Romualdo a pensare che la sua memoria sarebbe stata meglio onorata dando un aiuto concreto alle vittime di quella che era ormai una nuova forma di povertà: la realtà dell’usura. Così nacque la fondazione, che ancora oggi è in funzione grazie ai suoi volontari, estremamente preparati e competenti e fornisce a chi è nel bisogno tutto l’aiuto possibile.

“Ogni povertà va trattata in modo differente” ha spiegato il relatore Don Antonio Salone, membro della Consulta Nazionale Antiusura “così come per ogni malattia è necessaria una sua cura. L’opera degli enti come la Fondazione si inserisce infatti in un particolare contesto, si rivolge a una fascia precisa: non tutti quelli che si rivolgono a noi sono ‘bancabili’, non tutti cioè dispongono dei requisiti necessari per accedere ai fondi. Ma non si può operare in altro modo, e credo che pur dovendo sottostare a condizioni piuttosto rigide, stiamo riuscendo a fare molto per chi è nel bisogno”.

L’Avvocato Patrizia Logiacco ha affrontato gli aspetti giuridici del fenomeno dell’usura, ricordando che le radici dell’usura affondano nella storia – inserendo nel suo intervento la recitazione di brani tratti dalla Commedia di Dante, e citando anche San Giacomo della Marce, istitutore dei Monti di Pietà, che dice: “l’usura è sangue succhiato ai poveri”. Il Dottor Angelo Lombardozzi è poi intervenuto sul tema dell’ operatività delle Fondazioni territoriali antiusura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *