A San Benedetto si celebra la Giornata Europea del Patrimonio

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

imageSAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali (MiBac) anche quest’anno aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio, ideate nel 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione europea con l’intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra i Paesi europei. Pertanto il 28 e il 29 settembre si terranno in tutta Italia manifestazioni che prevedono l’apertura gratuita al pubblico di luoghi della cultura che comprendono il patrimonio archeologico, artistico e storico, architettonico, archivistico e librario, cinematografico, teatrale e musicale del Paese.

Anche a San Benedetto del Tronto si celebra questa ricorrenza. Per sabato 28 settembre sono in programma due iniziative pensate dall’Amministrazione comunale in collaborazione con la cooperativa Oikos al fine di valorizzare il patrimonio culturale della città.

Il primo evento si svolgerà sabato 28 settembre a partire dalle 16,30 presso Palazzo Piacentini al Paese Alto ed è rivolto ai più piccoli. “Forme e colori dell’arte” è il titolo dell’attività ludica che porterà i bimbi a realizzare con tempera, elastici e cartone una piccola chitarra e conoscere i veri materiali utilizzati dai liutai nonché la storia di questi artigiani che verrà illustrata dall’architetto Albino Scarpantoni, socio dell’associazione culturale “Suoni dal Piceno – I Solisti Piceni”. L’associazione ha concesso per fini espositivi un fondo documentale sui musicisti storici e liutai del Piceno ed anche diversi violini, il tutto esposto all’interno della “sala della poesia” di Palazzo Piacentini. L’iniziativa, aperta anche ai genitori, si concluderà con la visita guidata della Pinacoteca del mare sita al piano superiore di Palazzo Piacentini.

In serata invece il Museo del Mare aprirà le proprie porte al pubblico e sarà possibile visitare, accompagnati da una guida, le quattro strutture museali (Museo Ittico, delle Anfore, della Civiltà Marinara delle Marche e Antiquarium Truentinum) che custodiscono il patrimonio culturale e le tradizioni marinare della città. La struttura rimarrà aperta dalle 20 alle 24 mentre le visite guidate potranno essere effettuate dalle 21 alle 23. Entrambi gli eventi sono ad ingresso gratuito. E’ comunque gradita la prenotazione al numero 393/8925708.

“Con piacere aderiamo all’iniziativa promossa dal MiBac – dichiara l’assessore alla cultura Margherita Sorge – pensiamo che vivere i luoghi deputati a conservare il patrimonio storico cittadino che raccontano la nostra identità e le nostre tradizioni sia un’ottima maniera di trascorrere il proprio tempo libero. Un ringraziamento particolare va all’arch. Scarpantoni e all’associazione “Suoni del Piceno” per aver messo a disposizione la pregevole esposizione permanente sulla liuteria del Piceno che testimonia una tradizione artigianale locale di altissima qualità ma forse ancora poco nota”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *