Le Marche perdono 26 mila posti di lavoro ma la speranza di ripresa è sempre viva

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

lavoroANCONA – Sono usciti il 3 settembre i dati relativi all’ occupazione nel secondo trimestre del 2013. Le Marche sono risultate la regione in cui il tasso di disoccupazione ha avuto l’incremento più alto di tutto il centro nord.
Rispetto a settembre dello scorso anno sono stati persi ben 26 mila posti di lavoro, facendo salire gli inoccupati regionali a quota 78 mila.
Un quadro allarmante che viene fuori dai dati Istat elaborati dall’Ires-Cgil Marche. Il tasso di disoccupazione si attesta al 10,9% con un incremento del 2,7% rispeti analisti parlano di una lenta ripresa per il futuro. Nel frattempo molte persone stanno riscoprendo i lavori manuali e aumentano coloro che si dedicano alla coltivazione della terra. Comunque bisogna avere speranza e guardare con fiducia al futuro. Come dicono nel film “le ali della libertà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *