Parco Eleonora in festa

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

PORTO D’ASCOLI – Torna dal 29 agosto fino a domenica 1 settembre la festa al Parco Eleonora. Una festa dai sapori antichi quella che propone per l’11^ anno, l’Associazione di cittadini Truentum che ha sede nel quartiere di Porto d’Ascoli Centro. Quattro giornate nelle quali, a partire dalle 17.00 circa del pomeriggio, si animeranno di stands gastronomici, gioco della pesca, torneo di calcio Memorial Carlo Ippoliti, poi animazione con spazio per i bambini,  musica con diverse orchestre che creeranno atmosfere coivolgenti e esibizioni di balli di diverse scuole di ballo. Ogni serata avrà un ospite a cominciare da giovedì 29 con Marino D’Giurdà, venerdi la serata con la finalissima della 1^ edizione di Eleonora’s Got Talent, sabato il gruppo rap “D.Enne.A” e le danze caraibiche,  gran finale dei “CoreMeu – la Pizzinca nelle Marche domenica . Fedeli allo slogan “è tutt’ nu’ magna magna” dai molteplici risvolti, l’offerta gastronomica dai sapori antichi prevede dai fagioli con le cotiche alla torta ripiena d’na vòdda, venerdi 30 è invece la giornata del pesce azzurro.

Grazie ai ricavati delle precedenti feste e all’impegno di molti, si sono potute realizzare numerosi interventi di pubblica utilità, per migliorare la fruibilità del Parco Eleonora dotandolo di attrezzature e rendendolo un luogo piacevole. Inoltre il 2 giugno di quest’anno si è inaugurato un chiosco bar, “un sorso di verde”. Ma le sfide e i sogni per migliorare il parco e il quartiere non sono finiti, l’associazione si è impegnata per nove anni a gestire la struttura Parco Eleonora in festa e a effettuare la manutenzione del parco gratuitamente. Tali iniziative rivelano un interesse a un bene comune che è ad appannaggio di tutti e che richiede la responsabilità e il sostegno di tutti. L’Associazione Truentum ringrazia tutti coloro che con il loro generoso contributo hanno permesso di realizzare molto e aspetta tutti alla festa per godersi “un sorso di verde”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *