Antonio Gaspari a Grottammare per “un ciclone di nome Francesco”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

GROTTAMMARE – Nella serata del 1 agosto, presso la sala degli incontri, la Chiesa della Madonna della Speranza ha avuto l’onore di ospitare Antonio Gaspari,  una persona dalla grande umanità e sensibilità, un punto di riferimento per la stampa cattolica italiana. Ha moderato l’incontro il nostro collaboratore Nicola Rosetti

Antonio Gaspari, nato a Cascia, città di Santa Rita, e romano di adozione, è il direttore responsabile di ZENIT, la più importante agenzia di informazione religiosa del mondo.

Numerose sono le pubblicazioni che il dott. Gaspari ha realizzato negli anni. L’ultima fatica presentata a Grottammare è  “un ciclone di nome Francesco”, dedicata al Pontefice argentino, che giorno dopo giorno sta destando ammirazione e curiosità da parte dell’intero pianeta.

Nelle parole del Gaspari si denota come il 2013 rappresenta un anno di crisi, ma la parte più buia della notte viene prima dell’alba e Papa Bergoglio rappresenta il pilastro fondamentale del possente mutamento che sta attraversando la Chiesa e il mondo. L’autore ha segnalato come il nostro Pontefice, in pochi mesi, abbia fatto avvicinare alla Chiesa molte persone che antecedentemente erano totalmente estranee e scettiche, raccogliendo un gran numero di consensi ed elogi.

Nel corso dell’incontro si è parlato del rapporto tra Papa Francesco e la gente, un pontificato senza barriere, retto da un Gesuita che poggia il suo operato ascoltando i fedeli e stando assieme a loro. Un ciclone di positività che segnerà il corso della storia.

In conclusone, Gaspari ha elogiato la nostra redazione, per tutta l’attività che sta svolgendo e per l’attenzione che sta dando a tante realtà positive, troppo spesso relegate nell’ombra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *