“Raccontaci il tuo oratorio” Parrocchia S. Benedetto Martire

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Prima puntataMadonna della Speranza Grottammare
Seconda puntata: Parrocchia San Niccolò
Terza PuntataParrocchia Madonna del Suffragio
Quarta Puntata: Parrocchia SS: Annunziata
Quinta puntata: Parrocchia San Savino
Sesta Puntata: Incontro a Porto D’Ascoli
Settima Puntata: Vinco perchè ho perso

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è concluso con la serata di Sabato 20 luglio l’oratorio estivo della parrocchia San Benedetto Martire, un’esperienza che come ogni anno ha segnato profondamente tanto i ragazzi quanto noi educatori,  riempiendoci di gioia nelle calde giornate che trascorrono veloci, ma alla fine delle quali si avverte un po’ di fatica e di stanchezza. Perché il tempo trascorso in oratorio ti chiede ogni volta di dare il massimo, e tu lo fai con gioia, offrendo tutte le tue risorse ed energie nel dono di te ai piccoli, per accorgerti che stai crescendo assieme a loro. Il tema “Everybody – un corpo mi hai preparato”, è stato raccontato ai ragazzi attraverso le avventure di Albert e Kat, due amici alla ricerca delle componenti per la costruzione di un robot, i quali, invece di viaggiare lontano ed affrontare esperienze straordinarie ed esotiche, si sono trovati più spesso alle prese con le situazioni e le sfide della vita di ogni giorno, con incontri ordinari che però hanno permesso loro di scoprire la ricchezza e il senso della quotidianità e di riflettere sul valore del proprio corpo.

Il momento del gioco è stato poi il banco di prova del nostro percorso, in cui si sono affrontati i punti di forza e i limiti di ciascuno e si è imparato a farsene carico reciprocamente, per il successo della squadra. Certo, non sono mancati i litigi o lo scoraggiamento per un punto mancato, una partita persa all’ultimo momento, ma gli animatori sono prontamente accorsi a mettere pace, a portare una parola di conforto o ad incoraggiare le squadre in difficoltà che qualche volta hanno trionfato con fatica e festeggiato la vittoria anche se la loro posizione in classifica restava invariata: in fondo è il divertirsi che conta, assieme all’impegno messo in ciò che si fa, sia quando esso è ripagato che quando lo è un po’ meno!

Nei laboratori poi, l’impegno ha portato tanti frutti, il cui sapore si è potuto assaggiare anche letteralmente, grazie alle proposte di “cucina” e “pasta di zucchero”, con grande apprezzamento da parte dei genitori che si sono improvvisati giudici culinari. Gli attori del laboratorio di “cinema” sono stati disposti a fare anche qualche straordinario per portare a termine il progetto del remake di un cortometraggio ispirato al tema del corpo, mentre i più piccoli hanno conosciuto meglio il mondo degli animali e della natura in laboratori come “mimetismo”, “animali in das” e “orto”.  Per tutti non sono mancati gli stimoli artistici, con i laboratori di “arte” e di “fotografia”.  Un’altra novità è stato il laboratorio di “musica”, in cui i ragazzi hanno messo a frutto il loro talento musicale per la preparazione di uno spettacolo destinato alla serata finale.  Alla festa conclusiva,  in cui si sono presentati i risultati di tutti i laboratori, sono stati invitati i genitori dei 100 ragazzi che quest’anno hanno partecipato.

Ma è stata in fondo la preghiera il centro della giornata in oratorio, l’occasione per fermarsi, fare un attimo di silenzio e ascoltare la parola del Signore, che ha scelto di farsi carne per condividere anche la nostra esistenza fisica, nel corpo. Grazie a Don Gianni e alla sua capacità di comunicare con semplicità il significato della Parola, è stato davvero un momento importante per tutti, anche per i più piccoli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *