VIDEO: Porto D’Ascoli: Si chiude la XXVII “Ragnoliade”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

PORTO D’ASCOLI –  Ventisette edizioni, con lo stesso entusiasmo e lo stesso spirito, al fine del rispetto altrui attraverso la pratica sportiva, l’essenza più bella dello sport e della sua etica, un aspetto che ha anticipato di un lustro la convenzione di Rodi. Questo è il fine su cui getta le basi la Ragnoliade, evento sportivo organizzato dalla polisportiva Ragnola, con il patrocinio del comune di San Benedetto del Tronto. La Ragnoliade è un evento sportivo in cui 180 tra bambini e ragazzi del quartiere gareggiano divertendosi in varie discipline sportive, tra calcio e volley, passando per la discilpina regina di Olimpia: l’atletica.

Proprio presso il campo di atletica del quartiere Ragnola si è svolta la cerimonia di chiusura, sotto una luna offuscata da innocue nubi. È stata una cerimonia caratterizzata dalla sfilata delle squadre che per due settimane si sono cimentate in sport di squadra  e individuali,  in secondo luogo dalla cerimonia di premiazione delle categorie:  prima (nati dal 2005 al 2007), seconda (nati dal 2002 al 2004) e terza (nati dal 2001 al 1999) fascia maschile per il calcio; prima (nate dal 2003 al 2006) e seconda (nate dal 1999 al 2002) fascia femminile per il volley, nonché i partecipanti della gara di torte e delle competizioni di atletica leggera.  In una Ragnoliade, raccontare il vincitore è superfluo, tutti sono vincitori, atleti e spettatori, che rinnovando le quindici promesse, rappresentano l’anima vincente di una manifestazione supportata da ben ventisette sponsor che oltre a caratterizzare la denominazione delle varie compagini di giovani, hanno investito con passione a questa importantissima manifestazione

Tali sponsor (tutti provenienti dalla nostra Diocesi) sono: Ciotti Dino (gommista), lavanderia DB Wash, Globo Calzature, Terzo Tempo Store, Eurocot Trasporti e Depositi, Ristorante Papillon, Concessionaria Cascioli, Falegnameria Adriatica Onsen, Piergallini Moto, Set Design, Ottica Monti, Soltec, Pirotecnica Santa Chiara, Impresa Gasparetti Gino & figli, S.A.M.I.C.A. srl, Marozzi Ferramenta, Lanciotti Rinaldo (impresa di pulizia), TecnoGest, Dama Gadget e comunica, Troiani & Ciarrocchi impianti fotovoltaici, Hotel Relax, Grafiche Martintype, Pomili Gina Ortofrutta, E.D.I. snc, Marcarni e Punto Floreale.

Subito dopo la premiazione, un oceano di applausi da parte del pubblico è stato rivolto ai giovani della Parrocchia Sacra Famiglia che si sono esibiti in un musical in pillola tratto da ” il Re Leone”, uno dei classici di Walt Disney maggiormente conosciuti.

Alla cerimonia di chiusura ha presenziato anche il Sindaco Gaspari, che dopo aver raccolto impressioni estremamente positive dalla recente visita del ministro del Turismo della Federazione Russa, si è soffermato sulle finalità della Ragnoliade oltre a segnalare l’importanza e l’accessibilità che tutta l’impiantistica sportiva sanbenedettese riveste nei confronti dei giovani.

Abbiamo intervistato coloro che da ventisette anni rappresentano l’anima organizzativa della manifestazione: Domenico Mozzoni, presidente del comitato organizzatore e Sante Pulcini, storico fondatore della Ragnoliade.

Dottor Mozzoni, un bilancio di questa edizione 2013.
Di ragnoliade ne sono passate tante. I bilanci sono positivi perché vedere tanti bimbi che ogni anno partecipano e vedere soprattutto la loro allegria, la loro spontaneità, la loro voglia di giocare, la loro voglia di fare amicizie, la loro voglia di esserci è per noi sempre un motivo di orgoglio, motivo che c’induce a lavorare sempre e meglio, ad essere presenti e ogni anno a mettere la nostra firma sul libro della ragnoliade”.

Sante Pulcini, fondatore della manifestazione, cosa accadde nel 1987? Quale fu l’ispirazione di questo emblema dell’estate sanbenedettese?
L’ispirazione è stata unire le famiglie tramite i ragazzi. Diciamo che nel quartiere era sorto un nuovo quartiere, un nuovo centro, dove le famiglie non si conoscevano, allora il problema era proprio di unire queste famiglie, chiaramente poi la cosa si è ingrandita, si è perpetuata, si è rinnovata continuamente e sicuramente è una bellissima manifestazione. Io dico sempre che l’Olimpiade sarebbe la Ragnoliade di Olimpia, voglio dire per i ragazzi; i ragazzi tra loro si conoscono e fanno amicizia, ma soprattutto stanno continuamente qui. Ogni anno adottiamo un motivo per la Ragnoliade, quest’anno è proprio lo spreco dell’acqua e lo dedichiamo al CIIP, il Consorzio Idrico Piceno”.

Con lo spettacolo pirotecnico/musicale creato dalla Pirotecnica Santa Chiara di Castorano, si è spenta definitivamente la fiaccola dell’edizione 2013 delle ragnoliadi, una delle manifestazione più belle e originali dell’intera città sanbenedettese e della nostra Diocesi. Appuntamento all’edizione 2014, che per la ventottesima volta colorerà le gioie e l’attivismo d’un intero quartiere e di un’intera comunità parrocchiale, quella della Sacra Famiglia, retta da Don Francesco Ciabattoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *