Sedici borse studio “Gabriele Censori”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

PROVINCIA – Sono quattro in più le borse di studio intitolate a “Gabriele Censori” (16 rispetto alle 12 dello scorso anno) a disposizione, nell’anno accademico 2012/2013, per i giovani residenti nel territorio provinciale. Come noto, nel testamento aperto nel 1950, l’avv. Censori, profondamente legato a Roma e alla sua terra d’origine (Acquasanta), dispose di destinare le proprie sostanze per l’encomiabile iniziativa. Gli assegni di studio erano stati erogati fino al 2003, anno in cui si interruppe l’iter di assegnazione, ripristinato già da due anni attraverso un nuovo regolamento su impulso dell’Assessorato Provinciale alla Pubblica Istruzione.

Si tratta di un piccolo ma significativo sostegno per studenti particolarmente meritevoli che intendano studiare a Roma o che già siano iscritti a corsi universitari nella capitale” spiega l’Assessore alla Pubblica Istruzione Andrea Maria Antonini.

In tutto, sono bandite:
– n. 4 borse di studio di € 1.000,00 cadauna per studenti della provincia di Ascoli Piceno che intendono iscriversi, nelle Università di Roma, al primo anno del corso di laurea di primo livello (L) o a corsi di laurea a ciclo unico ;
– n. 4 borse di studio di € 1.000,00 cadauna per studenti della provincia di Ascoli Piceno che intendono iscriversi, nelle Università di Roma, ad anni successivi al primo anno del corso di laurea di primo livello (L) o a corsi di laurea a ciclo unico ;
– n. 4 borse di studio di € 1.000,00 cadauna per studenti della provincia di Ascoli Piceno che intendono iscriversi, nelle Università di Roma, a laurea specialistica di secondo livello (LS);
– n. 4 borse di studio di € 1.000,00 cadauna per studenti della provincia di Ascoli Piceno che intendono iscriversi, nelle Università di Roma, ad anni successivi al primo del corso di laurea specialistica di secondo livello (LS);

Le borse saranno assegnate in base a un’apposita graduatoria, stilata da una Commissione presieduta dal Presidente o dall’Assessore provinciale alla Pubblica Istruzione, che terrà conto sia della situazione economica dei destinatari, sia del merito scolastico (voto di maturità non inferiore ai 70/100 mentre per coloro che intraprendono gli studi universitari ed una votazione media non inferiore a 24/30). Oltre al merito, sono considerate le condizioni economiche dello studente, individuate sulla base dell’indicatore ISEE che valuta la situazione di reddito familiare e di quella patrimoniale relative all’anno precedente rispetto a quello di assegnazione della borsa.

Si ricorda che gli interessati possono presentare domanda (sottoscritta o firmata dal genitore o da chi esercita la podestà sugli aspiranti qualora non avessero conseguito la maggiore età) entro il 16 settembre 2013 indirizzandola agli uffici della Provincia di Ascoli Piceno – Servizio Cultura Beni Culturali Pubblica Istruzione. Per ulteriori informazioni è possibile chiamare il numero 0736-277514 o consultare il sito internet www.provincia.ap.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *