Artocria e Tempi di Aratura presentati allo chalet Oltremare di San Benedetto del Tronto

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

CUPRA MARITTIMA – Una bellissima serata all’insegna della promozione turista quella di giovedì 18 luglio presso lo chalet Oltremare di San Benedetto del Tronto.

Per l’occasione, in un evento promosso insieme alla Provincia di Ascoli Piceno, sono state presentate ai turisti e ai passanti, due manifestazioni di Cupra Marittima, ovvero Artocria che si svolge sabato 20 e domenica 21 luglio e Tempi di Aratura, che si terrà sabato 27  e domenica 28 luglio.

Presenti dunque sia i soldati romani, le popolane e le matrone di Artocria sia i campagnoli di Tempi di Aratura che hanno suscitato molto interesse tra i passanti.
Contemporaneamente il presentatore Luca Sestili ha chiamato al microfono l’assessore al turismo Marco Malaigia che ha illustrato il programma di Artocria, le tappe principali della due giorni tutta dedicata alle nostre radici storiche, spiegate anche dall’esperto di archeologia Giovanni Ciarrocchi. Sono stati inoltre presentati i gioielli di Poppea realizzati dalla gioielleria Monili di Cupra. Sono stati offerti al pubblico i “Crustula” e il “Mulsum Piperatum”, rispettivamente i dolci e il vino di Artocria,  il primo realizzato da Settimio Tassotti, il secondo dall’associazione Colori e Sapori del Piceno.

Anche Fabio Vagni, presidente dell’associazione Tourist Ok che organizza Tempi di Aratura, ha fatto assaggiare le loro specialità, ovvero li “frittijitti”, frittelline dolci che in passato erano molto diffuse. Vagni ha spiegato che questa rievocazione storica mira alla tutela dei ricordi della vita dei nostri nonni, anni diventati un vero e proprio pilastro sul quale si fonda l’attuale società. Insieme a lui due simpatiche figuranti a rappresentanza delle donne  di campagna.

Alla serata ha partecipato anche il presidente della Provincia Piero Celani.  Insieme a Cupra è stata anche presentata Montefiore e la sua Infiorata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *