La zona turistica di Porto d’Ascoli chiede maggiori controlli per la differenziata

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO– Molto partecipato l’incontro tra la Giunta e i cittadini dei quartieri Porto d’Ascoli centro, Sentina e Mare che si è tenuto ieri sera, lunedì 15 luglio, nella sede del quartiere Mare promosso dall’Amministrazione comunale con l’intento di portare avanti una campagna d’ascolto su bisogni e necessità di tutte le zone della città.

Dopo l’incontro pomeridiano con i presidenti e alcuni membri dei consigli direttivi dei tre quartieri, Sindaco e Assessori, insieme ai consiglieri di zona Andrea Marinucci, Pierfrancesco Morganti e Giuseppe Laversa, hanno risposto alle domande degli oltre 60 residenti presenti.

La principale richiesta sollevata è di maggiore attenzione e ulteriori controlli per l’ambiente, in particolare sulservizio di raccolta differenziata che nella zona turistica, nel periodo estivo, visto il maggior numero di presenze, può non essere efficiente.

L’assessore all’ambiente Paolo Canducci ha spiegato che in un anno si sono raggiunti risultati a dir poco confortanti e la percentuale di raccolta differenziata è cresciuta di 23 punti percentuali in un solo anno da giugno 2012 ad oggi. “Attualmente – ha spiegato Canducci – abbiamo raggiunto il 65%, obiettivo di legge. E’ vero che ci sono delle zone più critiche, tipo quelle turistiche, dove ci sono ancora molti cittadini e turisti che non conferiscono correttamente i rifiuti. Per queste situazioni di disagio sono attivi i controlli della Polizia Municipale e le Guardie Ecologiche Volontarie, un servizio di raccolta con più passaggi specifici per negozi, alberghi e chalet, l’applicazione di adesivi indicanti lo scorretto conferimento dei rifiuti sui sacchi lasciati in strada”.

Da parte del Sindaco l’invito ai cittadini di svolgere opera di sensibilizzazione verso i turisti e quanti ancora fanno resistenza. “Cerchiamo di proseguire nell’opera di informazione – ha dichiarato Gaspari – anche con l’aiuto degli eco facilitatori, ma presto se ci saranno ancora resistenze si passerà alle multe. Abbiamo portato avanti questa modalità di azione, cioè prima di sensibilizzare e poi di sanzionare anche per le deiezioni canine e pare il problema sia stia risolvendo”.

Altri problemi sollevati dal comitato di quartiere Porto d’Ascoli centro sono stati quelli inerenti alla viabilità e al disagio socioeconomico. Per quanto riguarda la viabilità, si è sottolineata la pericolosità del sottopasso di via Mare sia per il transito di automezzi che dei pedoni, anche per la mancanza di un’adeguata illuminazione. L’assessore ai lavori pubblici Leo Sestri ha spiegato che mettere in sicurezza il sottopasso, allargando le due carreggiate, eliminando due passaggi ciclopedonali e realizzandone uno solo, comporterebbe una spesa di 1 milione, somma al momento non disponibile, e un accordo con i privati proprietari dell’area limitrofa. Per l’illuminazione, ha assicurato Sestri, verrà migliorata al più presto, non solo per il sottopasso ma anche in altre zone del quartiere Sentina.

In merito al disagio sociale e alla lotta alla povertà, c’è stato ampio accordo tra Amministratori e comitati per proseguire nelle azioni di segnalazione di eventuali situazioni di difficoltà presenti nel quartiere anche attraverso le associazioni di volontariato che lavorano sul territorio. Inoltre è stato preso l’impegno da parte degli amministratori di realizzare gli orti per gli anziani nei terreni adiacenti alla scuola media“Cappella”.

Un residente di via Nazario Sauro ha chiesto delucidazioni in merito alla situazione allagamenti nella zona della Caserma Guelfa. Sestri ha ricordato i finanziamenti pari a 2.400.000 euro per i tre grandi progetti di via Sicilia, via Val Tiberina e viale dello Sport. Proprio quest’ultimo, con qualche ulteriore accorgimento, andrà anche a salvaguardare l’area della Caserma Guelfa.

Ricordiamo che il prossimo appuntamento della campagna d’ascolto si svolgerà giovedì 18 luglio presso la sala parrocchiale SS. Annunziata per i quartieri Agraria, Salaria e Fosso dei Galli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *