Classi primavera, intervento della regione Marche

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

REGIONE MARCHE – Ad iniziativa dell’assessore all’Istruzione, Marco Luchetti, la Giunta regionale ha approvato lo schema di protocollo d’intesa con l’Ufficio scolastico regionale per le Marche, per l’offerta di un servizio educativo destinato ai bambini di età compresa tra i 24 e i 36 mesi.
“Il progetto denominato “Classi Primavera” – commenta Luchetti –  ha come obiettivo la promozione e l’ampliamento dell’offerta educativa per i bambini anche mediante la realizzazione di iniziative sperimentali improntate a criteri di qualità pedagogica, flessibilità e rispondenza alle caratteristiche specifiche della fascia di età interessata.
Per l’anno in corso abbiamo stanziato 400mila euro per questa finalità e attendiamo la definizione del nuovo accordo nazionale per, eventualmente, ridefinire i termini del protocollo d’intesa”.

Le “Sezioni Primavera” sono un servizio socio-educativo integrativo rispetto alle attuali strutture delle scuole dell’infanzia pubbliche e paritarie e degli asili nido comunali o gestiti da privati in convenzione. Contribuisce a dare risposte alla domanda delle famiglie per i servizi di prima infanzia, contribuendo alla diffusione di una cultura attenta ai bisogni dei bambini, avvalendosi del principio della continuità educativa. La “Sezione Primavera”, nell’ambito del servizio principale in cui è collocata – scuola d’infanzia o nido – si configura come attività autonoma con propri criteri di accesso, modalità di funzionamento, rette ed orari, criteri di valutazione degli utenti e forme di partecipazione dei genitori.

Il servizio viene finanziato da risorse statali e regionali, mentre i comuni concorrono con personale, risorse strumentali e servizi. I contributi erogabili destinati ai comuni variano dai 4mila ai 15mila euro, in base ai bambini frequentanti e alla durata del servizio giornaliero delle varie strutture.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *