Grottammare, festa in piazza per la Giornata del Rifugiato

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

GROTTAMMARE – Si fa festa in piazza Kursaal per la Giornata mondiale del Rifugiato, giovedì 20 giugno.
Il programma della ricorrenza è organizzato dal GUS onlus, in collaborazione con l’assessorato al Dialogo per la Pace, e prevede per questa IV edizione una serata di spettacolo e creatività in riva al mare.

A partire dalle 21.30, l’attrice Micaela Portelli darà voce alle favole del senegalese Pap Kan, autore del libro “Rama: miti, leggende e fiabe africane”.

Lo stesso autore, sarà al fianco del percussionista Matar ‘Mbaye nello spettacolo di musiche tradizionali africane che intervallerà la lettura e chiuderà la serata aprendo al pubblico le danze (spettacolo gratuito).

Nel frattempo, la giovane pittrice Cristina Persiani realizzerà in estemporanea un dipinto dedicato al tema della manifestazione. Al termine, l’opera verrà donata al primo cittadino Enrico Piergallini.
La serata è condotta da Andrea Persiani (GUS), con la partecipazione dell’assessore Daniele Mariani.

Sconfiniamo è una manifestazione ideata nel 2010 dalla Consulta per la fratellanza tra i popoli del Comune di Grottammare – organismo di partecipazione civica a progetti di solidarietà e cooperazione internazionale – che, negli anni, ha promosso vari eventi volti a guidare il pubblico in un percorso di conoscenza e di riflessione sul tema del diritto di asilo e dell’accoglienza dei rifugiati nelle comunità locali.

Sconfiniamo”, infatti, nasce traendo spunto dalla realtà del Comune di Grottammare, che dall’anno 2007 aderisce al programma ministeriale SPRAR – Sistema di protezione per i richiedenti asilo e rifugiati – e attraverso l’operato del GUS ong di Macerata ospita persone costrette a lasciare il proprio Paese perché vittime di persecuzioni, le assiste e le guida nel difficile percorso di inserimento nelle comunità.

L’edizione 2013 si chiuderà venerdì 21 giugno, con la Giornata ecologica a cura della Casa circondariale di Ascoli Piceno, per raccogliere testimonianze anche dal punto di vista delle buone pratiche di inclusione sociale. Il calendario è iniziato il 13 giugno, con l’anteprima sul tema della cooperazione internazionale (progetto Tanzania, a cura del CVM), ed è proseguito lunedì 17 presso la sede dell’Anffas, dove sono stati consegnati gli attestati di formazione ai 4 titoalri di protezioni internazionale partecipanti al corso di Assistente familiare, nell’ambito del

Progetto lavoro del GUS. Giovedì 20, la giornata clou inserita anche nel cartellone regionale dell’ong.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *