Il Vescovo Gestori sul caso Indesit

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Pubblichiamo l’appello scritto da Sua Eccellenza Mons. Gervasio Gestori sulla questione del caso Indesit.

DIOCESI – “L’annunciata possibile crisi occupazionale, che toccherebbe un numeroso gruppo di lavoratrici e di lavoratori dello stabilimento di Comunanza, è motivo di grande preoccupazione. Se quanto prospettato dovesse succedere, quel territorio sarebbe messo in ginocchio, con gravissimo danno per le persone e per tante famiglie.
Il bene comune non è cosa astratta, ma è il bene di donne e uomini, è il bene delle famiglie. Ad esso deve mirare sempre chi ha delle responsabilità politiche, economiche, sociali. Il bene comune è un bene umano, per il quale si deve essere pronti anche a dei sacrifici.
Il lavoro è questione di dignità e di vita per la gente e per le famiglie. Esso deve essere salvaguardato ad ogni costo, perché le persone con la loro vita e la loro dignità non sono mai negoziabili.
Faccio appello a tutti i responsabili perché diano in tutto la precedenza alla dimensione umana della situazione. In questi momenti di preoccupazione per tanta gente di Comunanza e del suo territorio sono vicino a loro con la preghiera.
Condivido le ansie ed invito a guardare avanti con il coraggio della propria dignità umana e con la volontà di difendere i propri diritti con tutti i modi che le leggi prevedono. Auguro sinceramente e fortemente che ritorni presto la sicurezza del lavoro per la serenità della vita delle famiglie e per il futuro specialmente dei giovani.
Con affetto paterno ed amico di cuore tutti benedico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *