Sole, colori e un po’ di pioggia ad Acquaviva Picena

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ACQUAVIVA PICENA – Chiusura dell’anno catechistico in grande stile nella parrocchia di San Niccolò avvenuta in concomitanza con la solennità del Corpus Domini e con il coinvolgimento della comunità di Acquaviva, da parte di don Lanfranco Iachetti, nei festeggiamenti in onore di San Savino.

Nel pomeriggio del 2 giugno i bambini delle elementari e i ragazzi delle medie si sono ritrovati nella chiesa di San Niccolò dove il giorno precedente era stato portato il quadro di San Savino dall’omonima frazione di Ripatransone; in onore del santo i ragazzi delle medie hanno messo in scena una rappresentazione di uno dei suoi miracoli, il miracolo del Po, grazie al quale il santo salvò la città di Piacenza dalle acque del fiume Po dalle quali era stata in parte allagata. Il quadro, dopo un breve momento di preghiera, è stato posto su una macchina d’epoca che è stata seguita a piedi dalla comunità fino ai pressi di via Manzoni dove la comunità si è fermata per continuare con la festa di chiusura dell’anno catechistico mentre l’auto, seguita da altre auto d’epoca, ha proseguito fino a San Savino dove i fedeli della parrocchia attendevano il quadro per continuare con i festeggiamenti.

 

Per la festa di chiusura dell’anno catechistico e la solennità del Corpus Domini, i residenti nella zona di via Manzoni, e non solo, si sono adoperati per “vestire” a festa le vie circostanti e collaborare con l’organizzazione in generale. Peccato per il tempo che dopo un primo momento di sole non ha più retto, ma dopo la merenda e un po’ di festa, la solennità del Corpus Domini ha avuto comunque luogo grazie alla caparbietà del parroco don Alfredo che dopo aver celebrato la messa ha guidato la sua comunità in processione sotto la pioggia, percorrendo le strade decorate come tradizione vuole con i petali dei fiori, fino ad arrivare in piazza di San Niccolò ultima tappa di questa bellissima festa. Don Alfredo ringrazia tutti coloro che hanno collaborato a rendere davvero speciale questa giornata ricca di significati: “Dal Colle di via Manzoni a via Roma, da via Leopardi a piazza san Niccolò: un’esplosione di colori e volti felici, di passi baciati dal sole e parole scambiate nel vento leggero e profumato di questa domenica speciale. Un tenace e silenzioso proseguire il cammino nonostante la pioggia, con la voce che si fa preghiera e canto, lode e onore al sommo bene, all’eterna carità che ha camminato in mezzo a noi, sotto la tenda e dentro i cuori”, questa la riflessione che il parroco ha lasciato alla sua comunità, una riflessione che sembra essere una metafora della vita: momenti di sole e di colori che si alternano a momenti di freddo e di pioggia sotto la quale il Signore non ci abbandona mai, ma continua a camminare al nostro fianco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *