Lotta al Punteruolo, cinque totem individuano la zona in “cura”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Alla presenza del mecenate dr. Giuseppe Naponiello, del sindaco Giovanni Gaspari e delle massime autorità civili e militari, sono stati scoperti nella mattinata di domenica 2 giugno i cinque totem illustrativi dell’azione di lotta al “punteruolo rosso” che si svolgerà sulle palme del centro cittadino grazie al contributo offerto dall’imprenditore e Gran Pavese Rossoblù.

L’area della che sarà trattata con i prodotti specifici sarà quella delimitata ad ovest da viale Padre Olindo Pasqualetti, a sud dalla recinzione della Palazzina Azzurra (il cui parco sarà oggetto di un’altro specifico intervento), ad est da viale Marinai d’Italia e a nord da via Fiscaletti.

Il contributo è formalmente erogato da Finagro s.p.a., società di cui il dr. Naponiello è presidente, leader mondiale nella produzione di fitofarmaci ed è pari a 72.600 euro (60.000 euro più IVA). Tali risorse serviranno a trattare con prodotti di contrasto alla proliferazione del punteruolo circa 200 palme della zona centrale della città.

Da parte del Sindaco Gaspari il ringraziamento ufficiale a Naponiello per aver preso a cuore uno dei principali problemi che attanagliano il patrimonio palmizio della Riviera. Da parte dell’imprenditore la rassicurazione che l’azienda, d’intesa con i soci americani, sta portando avanti una sperimentazione che sta dando dei buoni risultati e che potrebbe aiutare ad individuare una cura che debelli definitivamente l’infestazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *