Servizi a favore dei disabili con il progetto ICF 4

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

PROVINCIA – Conclusa la fase sperimentale costituita dal programma “ICF 4”, procede, con ulteriori sviluppi e novità, il percorso intrapreso dalla Regione Marche in stretta collaborazione con la Provincia di Ascoli Piceno finalizzato al miglioramento del servizio di inserimento socio lavorativo dei disabili. E’ quanto è stato confermato nel corso di una riunione tecnica, svoltasi la scorsa settimana, negli uffici del CIOF di via Kennedy alla presenza del dirigente del Servizio competente dott.ssa Menicozzi, i referenti territoriali di “Italia Lavoro” Di Centa e Gelsi, i funzionari della Provincia Ciccanti e Bruni. Presenti in sala anche rappresentanti di INAIL, dott.ssa Antognozzi, e INPS, dott. Ianni, che sono stati coinvolti nell’iniziativa insieme ad altri professionisti del settore tra cui operatori della mediazione, medici legali, assistenti sociali, responsabili Umea e Dsm, associazioni di disabili e medici del lavoro.

Il progetto, promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e realizzato con l’assistenza tecnica dell’agenzia ministeriale “Italia Lavoro”, vede coinvolte undici Regioni ed altrettante province capofila – tra le quali le Marche ed Ascoli – ed ha quale obiettivo prioritario la messa a sistema di una metodologia di inserimento lavorativo dei disabili attraverso l’impiego di strumenti qualificati ICF. Al buon esito dell’intervento concorrono azioni per una maggiore sensibilizzazione della tematica in questione, una specifica formazione degli addetti, l’implementazione della rete ‘dedicata’ e una capillare azione di comunicazione sul territorio.

“Si tratta di un’autentica ‘filiera territoriale dell’inserimento’ che riveste un ruolo imprescindibile in questo specifico ambito – ha dichiarato la dott.sa Matilde Menicozzi – in tale prospettiva, auspichiamo il coinvolgimento sempre più di aziende e realtà produttive locali che, oltre al mondo accademico e universitario, possono aumentare le opportunità di crescita del progetto”.

“La Regione Marche si è affidata alla nostra Amministrazione, vista la sua esperienza sul campo e soprattutto la profonda conoscenza della normativa di riferimento, tra cui la L.68/99, da parte dei Centri per l’Impiego” ha ricordato la funzionaria dott.ssa Ciccanti.

I lavori proseguiranno con la formazione degli operatori interessati in occasione di tre giornate – in calendario nei giorni 3, 10, 11 giugno presso il Centro Locale per la Formazione di San Benedetto dedicate agli strumenti qualificati ICF da utilizzare tra cui il Progetto Personalizzato di inserimento lavorativo, già citato dalla L. 68/99 ma non ancora redatto seguendo uno specifico metodo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *