Oltre 300 ragazzi per il Palio dei Bambini ad Acquaviva Picena

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ACQUAVIVA PICENA – Sabato 25 Maggio ad Acquaviva Picena si è svolta la decima edizione del Palio dei Bambini “Vivere la Storia da Protagonisti”; la Rievocazione Storica dell’Associazione Palio del Duca è stata realizzata con la fattiva collaborazione dell’Istituto scolastico Comprensivo di Acquaviva Picena e Monsampolo del Tronto e le rispettive Amministrazioni. L’evento inserito nel POF dell’Istituto, ripercorre tutte le fasi della ormai nota Rievocazione Storica Sponsalia fidanzamento, matrimonio e Palio tra Forasteria degli Acquaviva e Rinaldo dei Brunforte, in costume d’epoca del 1250.

Una splendida giornata primaverile, dopo tanto maltempo che aveva messo in apprensione l’organizzazione, il calore e i colori di un grande corteggio storico, composto da oltre 300 bambini e ragazzi dai 4 ai 13 anni, hanno acceso gli animi dei tanti genitori che facevano da ala al corteggio storico.

Apre la sfilata il gruppo tamburi, guidati dal loro istruttore Cristiano Matricardi e dal capo tamburino Di Buò Matteo, che percorrendo le vie del centro storico hanno condotto il corteggio d’avanti a Don Alfredo Rosati che ha impartito la Benedezione al Drappo dipinto da Marcelli Federico, 11 anni classe 1B con la guida del Professore Luigi Neroni.

Il corteggio storico fa il suo ingresso in piazza del Forte con Rinaldo di Brunforte (Xheleshi Gabriel) e Forasteria degli Acquaviva (Camaioni Sofia) con la cassa del corredo.

Il notaio degli Acquaviva Messer Gualtiero Diotisguardi (Rossi Riccardo) legge la Dote di madonna Forasteria; il Notaio dei Brunforte Ezzelino di Ruggiero da Mogliano (Postacchini Alessandro) si accerta che la Dote è bona e tanta e invita il duca dei Brunforte (Marinelli Paride) e il duca degli Acquaviva (Neroni Alessandro) a stringersi la mano per suggellare l’avvenuto fidanzamento.

Entrano in campo gli atleti dei Rioni Aquila, Civetta, Falco e Picchio per sfidarsi nei giochi storici della corsa con i sacchi, tiro alle palle, corsa con le paiarole, e due nuovi giochi il tiro degli anelli e lo schiaccianoci.

Il tiro alle palle vinto dagli atleti del rione Picchio con gli atleti (Casion Ion, De Laurentis Michele, Tofa Leonard)

La corsa con i sacchi vinta dal rione Aquila con gli atleti (Croci Leonardo, Tafa Alessia)

Corsa con le Paiarole vinta dal rione Picchio con gli atleti (Camaioni Anya, Pallottini Gaia, Ciabattoni Emanuele, Lori Matteo)

La gara dello schiaccianoci vinta dal rione Falco con gli atleti (Rossi Riccardo, Scipioni Alessandro, Vannicola Dylan, Xhara Nicolas)

La gara dei cerchi vinta dal rione Picchio con gli atleti (Di Girolamo Elettra, Tofani Aurora)

La gara del Tiro alla fune vinta dal rione Aquila con gli atleti  (Neroni Alessandro, Scipioni Luigi, Bollettini Yuri, Marcozzi Mattia, Liuzzi Alessandro, Croci Riccardo, Fanesi Edoardo, Di Matteo Mattia, Troiani Nicolò)

I quattro rioni hanno messo in campo 100 atleti.
Tutti i giochi sono stati molto apprezzati dai ragazzi, in particolare il tiro della fune dove si è avuto un tifo da stadio incitando gli atleti dei rispettivi rioni; alla fine delle gare il rione Picchio, espressione dell’Istituto Scolastico di Monsampolo del Tronto, ha vinto il Drappo della Decima Edizione, a consegnare il premio il presidente dell’Associazione Palio del Duca Cav. Nello Gaetani, il Sindaco di Acquaviva Picena Pierpaolo Rosetti, il sindaco di Monsampolo Nazzareno Tacconi, e il Dirigente dell’Istituto Francesco Bonelli, presenti anche l’Assessore alla Pubblica Istruzione Cristiano Silvestri di monsampolo, l’Assessore alla Cultura e Turismo Rossi Elisabetta e il consigliere delegato allo Sport  Luca Balletta di Acquaviva.

Durante la Manifestazione è stata offerta la merenda ai ragazzi con ciambelloni offerti dai forni Di Girolami e La Bottega del Pane di Monsampolo; si sono avute esibizioni del Corpo di Ballo Medievale sotto la guida e regia di Neroni Maria Luigia insegnante di danza classica, il gruppo Flauti e Canti Medievali guidati dal Professore Sermarini Arsenio e dalla professoressa Ferrara Maria.

Un premio benemerito, consistente in una campana realizzata dallo scultore sambenedettese  Cesare D’Antonio, è stato consegnato dall’Associazione Palio del Duca, all’Istituto Scolastico Comprensivo per aver approvato nel POF il progetto Palio dei Bambini “Vivere la storia da protagonisti” e aver contribuito a tramandare la storia e la cultura tra le generazioni, e alla Croce Rossa Italiana comitato locale di S. Benedetto del Tronto che in 26 anni di Sponsalia e dieci di Palio dei Bambini non ha fatto mai mancare il loro servizio di assistenza durante i giochi del Palio, il premio è stato consegnato al Presidente Dott. Sandro Donati.

Premi anche alla docente Rita Bartolomei responsabile del progetto Palio dei Bambini.

Per festeggiare la decima edizione l’associazione Palio del Duca aveva indetto il concorso “Le rievocazioni storiche quale strumento per la ricerca e la riaffermazione delle nostre radici ed identità culturali” riservato ai ragazzi delle Classi 1 della scuola primaria di Acquaviva Picena e Monsampolo del Tronto. La commissione storica dell’Associazione Palio del Duca valutando i lavori prodotti ha deciso di consegnare un premio ex aequo alle classi di Acquaviva e Monsampolo consistente in due computer portatili, rigraziando i ragazzi e i docenti dei rispettivi Istituti Daniela Veronese e Paola Amatucci per l’ottimo lavoro svolto, i lavori prodotti verranno pubblicati sul sito www.paliodelduca.it

L’Associazione Palio del Duca manifestazione primaria e patrimonio culturale immateriale di Acquaviva Picena, da sempre impegnata per promuovere la storia e la cultura alle giovani generazioni, ha dedicato molto tempo per formare i ragazzi nei giochi e per l’assegnazione dei costumi; ringrazia l’Istituto Scolastico Comprensivo di Acquaviva Picena e Monsampolo del Tronto i Docenti e i genitori dei ragazzi per la loro disponibilità, le rispettive Amministrazioni Comunali, i carabinieri, i vigili urbani e i volontari dell’Associazione che si sono adoperati per l’ottima riuscita della manifestazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *