Don Vincenzo Catani a Sant’Agata dei Goti per la IV edizione di Papa ‘Nsisto

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SANT’AGATA AI GOTI – Venerdì 24 aprile, si è svolta con successo la IV edizione di Papa ‘Nsisto a Sant’Agata dei Goti, cittadina beneventana gemellata con Grottammare grazie al suo più grande ed illustre cittadino Felice Peretti, Papa Sisto V, vescovo di Sant’Agata dei Goti dal 1566 al 1571.

Studiosi ed appassionati sono intervenuti all’evento come parte integrante ed attivo del nucleo operativo che si adopera, da 4 anni, alla riuscita di questa manifestazione e che vede nel professor Claudio Lubrano, presidente della Pro Loco santagatese, un instancabile e dinamico leader. A lui è toccato il compito di aprire la manifestazione.

Un intreccio di conoscenze ed amicizie per nulla casuali ha visto presenti nostri concittadini e personalità a noi conosciute, come mons. Vincenzo Catani, ormai divenuto punto di riferimento del Papa ‘nSisto per la sua riconosciuta competenza sistina e per le sue grandi capacità di comunicazione anche verso un pubblico molto giovane che è solito prendere parte al convegno. In questa occasione il suo intervento ha riguardato un lavoro da poco edito: I documenti del conclave del 1585 nel quale fu eletto papa Sisto V, opera nata da un recente acquisizione da parte del dott. Aniello Gatta del documento originale sul conclave del 1585. Poi ha anticipato un suo prossimo lavoro sugli Annales sistini di anonimo, trovati ad Ancona, che riportano gli avvenimenti dei primi tre anni di pontificato di Sisto V.

Al dott. Aniello Gatta, entusiasta ed inarrestabile ricercatore di tutto ciò che attiene al Papa marchigiano, è toccato invece il compito di annunciare un ambizioso progetto chiamato ESSE21, dove S sta per Sisto V e 21 per 2021, quando cadranno i 500 anni dalla nascita di Felice Peretti, in cui si chiamano a raccolta tutte le realtà vicine a questo grande Papa: Grottammare, Montalto, Fermo, Sant’agata dei Goti, Roma, in modo da ricordare nel modo più degno ed appropriato il genetliaco papale.

E’ stata poi la volta del prof. Giarmando Dimarti, che è intervenuto al convegno portando il saluto della cittadinanza grottammarese, annunciando ai presenti un lavoro su Sisto V, realizzato in stretta collaborazione con il Lido degli Aranci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *