Don Pierluigi: “Che giornata!”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

 

Per vedere le foto del pellegrinaggio clicca qui

ROMA – Mercoledì 8 maggio la Vicaria di San Giacomo della Marca, insieme alla parrocchia di Madonna di Fatima e della parrocchia Madonna del Suffragio della Diocesi di San Benedetto del Tronto, con 1300 pellegrini e 25 pullman ha partecipato all’udienza del mercoledì in piazza San Pietro.

Il Papa durante l’udienza tra i vari saluti ha cordialmente espresso un pensiero per la nostra Diocesi che era accompagnata dal Vescovo Gervasio Gestori. Nel momento del saluto i 1300 pellegrini nella piazza hanno fatto sentire la loro presenza. Al termine dell’udienza, Don Pierluigi, Padre Luis accompagnati dal Vescovo hanno avuto l’opportunità di salutare Papa Francesco.

Don Pierluigi: “Sono ancora emozionato, ho avuto l’occasione di poter dire grazie al Papa per tutto.
Ho chiesto una preghiera per la nostra comunità e per il nostro territorio. Gli ho raccontato di una periferia urbana che cresce, che ha tante capacità e risorse.
Ho chiesto la sua vicinanza che ci permetterà di lottare con ancora più forza contro tutto ciò che toglie la nostra dignità, specie dei nostri giovani.
Ho scoperto un uomo speciale con cui ti senti libero di parlare e che sembra conoscerti da sempre!
Che giornata! Sapere che oggi è una di quelle che ricorderai per tutta la vita mi lascia ancora frastornato!

Padre Luis: “Un emozione grandissima, perché non mi aspettavo di essere così vicino al Santo Padre. Avevamo organizzato questo pellegrinaggio con la comunità latino americana e con la parrocchia in occasione proprio della festa del nostra Signora dell’Argentina e per pregare con il Santo Padre per tutti gli immigrati che sono nella nostra Diocesi.

Invece quando il nostro Vescovo ci ha salutato, ci ha visto e ci ha chiamato per stare con il Santo Padre, è stata un’emozione grandissima indescrivibile perché non è una cosa di tutti i giorni, ma bensì è una grazia e un impegno, perché ci invita a camminare come lui ci sta insegnando a camminare.
Con l’animo davvero grato a Dio per tutto ciò che ci ha donato: una bellissima giornata, una strada abbastanza libera, una piazza così gioiosa ed esageratamente piena, ma anche per la bontà che ha seminato nei cuori di tutti: per la vicinanza e la fratellanza di tutte le parrocchie e poi l’emozione di poter ricevere la benedizione dal Santo Padre e di poter ricevere il rosario dalle sue mani come consegna della preghiera e dell’impegno cristiano.

A Papa Francesco abbiamo detto perché eravamo presenti in piazza che lo sosteniamo con la nostra preghiera quotidiana e abbiamo invocato la sua preghiera per noi per le nostre parrocchie e per le nostre necessità.

Dott.ssa Pina “è stata un emozione grandissima, soprattutto quando è venuto vicino a me e gli ho chiesto di pregare per mia figlia malata e lui mi ha detto pregherò per te e con un grande sorriso mi ha guardato negli occhi. Mi sono commossa. Mi ha dato tanta speranza con le sue parole sullo Spirito Santo. Torna a casa piena di coraggio e piena di gioia.”

Abbiamo raccolto anche la testimonianza di Francesca che ha avuto l’opportunità di stringere due volte le mani al Papa: “Non si spiega, un emozione troppo forte, è una persona che ti fa sentire a tuo agio, amichevole come se fosse un nostro parente”.

Il Vescovo Gervasio Gestori durante la sua omelia ha invitato tutti a fare tesoro di questa giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *