La RSU di Area Vasta denuncia le mancanze dei servizi sanitari

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

In una comunicato indirizzato alla conferenza dei sindaci di Area Vasta 5, la RSU di Area Vasta congiuntamente alle Segreterie Provinciali di categoria FP CGIL, FP CISL, UIL FPL, NURSIND ed FSI, dopo le Assemblee Pubbliche sulla Sanità del Piceno del 29 e 30 Aprile, denuncia la mancanza di un reale progetto di tagli agli sprechi in favore di investimenti  finalizzati a garantire la qualità dei servizi e dei bisogni dei cittadini e la grave situazione della Sanità Pubblica dell’AV5, conseguenza dei tagli sul personale (sanitario-tecnico-amministrativo) negli Ospedali e nel Territorio di Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto, con conseguente ridimensionamento e chiusura di diversi reparti.

Denuncia inoltre la mancanza di alternative all’Ospedalizzazione per la carenza di servizi sul territorio; la mancanza di investimenti sulle tecnologie, persino su quelle di base; la mancanza di programma di riorganizzazione seria, equilibrata e di qualità della rete Ospedaliera e della Riabilitazione Post-acuzie; la totale assenza di una politica di riduzione delle liste d’attesa, sia per quanto riguarda le prestazioni ambulatoriali che dell’attività chirurgica ospedaliera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *