Tornano gli appuntamenti con la “La Scrittura Femminile nel Piceno”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

PROVINCIA – Torna con tutta la sua suggestione evocativa il progetto “La Scrittura Femminile nel Piceno” promosso da Provincia e Commissione provinciale Pari Opportunità per far conoscere poetesse e scrittrici che operano e vivono nel nostro territorio e promuovere il valore etico e culturale della scrittura poetica. Come tradizione, l’iniziativa coordinata da Franca Maroni, si articolerà in 4 appuntamenti, il primo dei quali dedicato alla poetessa Patricia Monica Vena, in programma giovedì 9 maggio, alle 17.30, nella sala del Consiglio Provinciale di palazzo San Filippo.

Di origine argentina, Monica Vena è un’artista eclettica che esplora vari linguaggi della creatività da quello letterario, al teatro alla pittura. Nelle sue composizioni prevale una poesia lirica di tono impegnato che propone temi esistenziali accanto a viaggi nel mondo dei sentimenti e delle emozioni.

Gli altri appuntamenti, sempre nella sala del Consiglio Provinciale sono giovedì 16 con la poetessa Enrica Loggi e giovedì 30 maggio in ricordo di Bice Piacentini con “L’Arco di Bice” di Cinzia Carboni. Infine, sabato 8 giugno, nella Sala Pastori del Polo Sant’Agostino di Ascoli Piceno, alle 18, andrà in scena un recital in ricordo di Lea Ferranti a dieci anni dalla morte con l’associazione onlus Hozho.

“Oltre al premio letterario ‘I Colori delle Donne’ la Provincia porta avanti questa iniziativa per sostenere il valore educativo della cultura poetica riconosciuto dalle Nazioni Unite che hanno individuato il 21 marzo come la giornata internazionale della poesia – dichiara il Vice Presidente e Assessore alle Pari Opportunità Pasqualino Piunti – un omaggio esteso anche alla poesia in vernacolo che rappresenta l’identità locale. Promuoveremo – ha aggiunto l’Assessore – anche incontri nelle scuole del territorio per sensibilizzare le giovani generazioni sull’importanza della poesia e dei suoi messaggi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *