Si celebra il giorno del ricordo delle vittime del terrorismo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO– Il 9 maggio è stato proclamato con legge n. 56 del 4 maggio 2007 “Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice” . Negli anni il Comune ha ricordato questo giorno intitolando alcune vie e piazze cittadine a personaggi che, a diverso titolo, sono stati vittima del terrorismo e delle stragi come il sambenedettese Roberto Peci, il ripano Vincenzo Illuminati e l’onorevole Aldo Moro.

Da quest’anno, al fine di approfondire i temi del terrorismo e dello stragismo, delle loro cause e delle loro conseguenze sulla società, l’Amministrazione comunale ha pensato di organizzare momenti di approfondimento rivolti agli studenti, ma aperti a tutta la cittadinanza, da svolgere nelle scuole.

L’appuntamento di quest’anno si terrà giovedì 9 maggio, alle 11, presso l’aula Magna dell’Istituto d’istruzione superiore “Capriotti”. L’intervento sarà curato dal prof. Alessandro Orsini, professore aggregato di Sociologia politica e di Sociologia dell’educazione nell’Università di Roma “Tor Vergata” e nell’Università LUISS “Guido Carli“.

Il prof. Orsini è Research Affiliate presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT) e membro dell’Editorial Board di “Studies in Conflict and Terrorism”, tra le più autorevoli riviste scientifiche internazionali specializzate in studi sul terrorismo. È membro del Radicalization Awareness Network (RAN), con sede a Parigi, istituito dalla Commissione Europea per l’analisi dei processi di radicalizzazione che conducono al terrorismo.

E’ autore di numerosi libri, molti dei quali incentrati proprio sull’analisi del fenomeno terroristico in Italia. In particolare ha scritto, in parte proprio a San Benedetto dove ha avuto modo di approfondire il tema facendo ricerche nella biblioteca “Lesca”, il volume “Anatomia delle Brigate rosse”.

Selezionato tra i libri più importanti del 2011 dalla prestigiosa rivista “Foreign Affairs”, promosso per la lettura nelle scuole italiane dall’Associazione Italiana Vittime del Terrorismo (AIVITER), “Anatomia delle Brigate rosse” è un’analisi svolta con un linguaggio piano che favorisce la comprensione del terrorismo come fenomeno culturale anche nelle sue nuove configurazioni attuali, quelle cioè che allungano il loro tragico e criminale operato sulla nostra vita quotidiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *