Sostegno alla formazione giovanile dalla Regione Marche

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

REGIONE MARCHE – Promuovere l’accesso a percorsi di formazione e qualifica di giovani laureati e diplomati disoccupati e inoccupati under 35 per favorirne la qualificazione professionale e il reinserimento occupazionale e incentivi alle imprese che decideranno di assumerli. Questi gli obiettivi dell’intervento, riconfermato per il 2013 dalla Giunta regionale e ora all’esame della Commissione consiliare competente, che fa capo all’intesa sottoscritta, nel dicembre scorso, tra Regione Marche e Cgil, Cisl, Uil  per la difesa del lavoro, la coesione sociale e il sostegno allo sviluppo. Due le misure di sostegno alla protezione sociale, al reddito per le fasce sociali più deboli, allo sviluppo e all’innovazione. “Si tratta – spiega l’assessore regionale al Lavoro e alla Formazione, Marco Luchetti – di un intervento già sperimentato nel 2010 che ha ottenuto risultati positivi, sia per l’alto livello di professionalità raggiunta dai corsisti, che per il gradimento riscontrato tra gli stessi fruitori; per questo si è deciso, d’intesa con le segreterie regionali delle tre organizzazioni sindacali, di proporne uno nuovo in continuità con quello precedente”. La prima misura prevede percorsi di formazione di figure professionali nei settori della Green Economy e del Multimediale “particolarmente innovative – sottolinea Luchetti – nel campo della formazione”, mentre la seconda dispone incentivi alle imprese per l’assunzione dei giovani che hanno ottenuto l’attestato di specializzazione conseguito a seguito della frequenza dei precedenti corsi.La dotazione finanziaria complessivamente ammonta a € 1.155.000, di cui € 370.000 di risorse regionali e € 785.000 di risorse FSE. Sarà emanato un avviso per la presentazione di progetti formativi rivolto a strutture pubbliche o private del settore accreditate dalla Regione Marche o che abbiano presentato di accreditamento per la macrotipologia “Formazione “superiore”. Dovranno essere realizzati 7 corsi della durata ciascuno di 400 ore, di cui 120 ore di stage. Per ogni corso il numero minimo di allievi è 8 e il massimo è 15. La seconda misura prevede l’assegnazione di incentivi alle PMI con sede nelle Marche che assumono a tempo indeterminato (part time o full time) almeno uno dei partecipanti ai corsi. L’impresa avrà l’obbligo di mantenere l’assunzione per un periodo minimo di tre anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *