Il pellegrinaggio a Lourdes: un richiamo al senso della quotidianità

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

DIOCESI – Si è appena concluso l’annuale pellegrinaggio a Lourdes del Movimento Fides Vita.
Un esiguo gruppetto di sessanta persone, segno dell’intero popolo di Fides Vita, è partito carico di tante intenzioni di preghiera personali, ma anche di tante altre affidate ad esso da amici, parenti, colleghi di lavoro, conoscenti di conoscenti perché Lourdes è un richiamo immenso al compimento del nostro Destino.

La permanenza nel Santuario è stata breve ma intensa, vissuta in maniera ordinaria in un luogo straordinario dove non sono mancati fattori della quotidianità che hanno aiutato, innanzitutto i pellegrini, a riconsiderare la loro adesione a questo pellegrinaggio a Lourdes. Infatti, perché andare a Lourdes? Che cosa ti fa riconsiderare un pellegrinaggio a Lourdes? Queste domande sono state approfondite nelle due Meditazioni che il fondatore del nostro Movimento, Nicolino Pompei, ha tenuto, accompagnando in maniera del tutto privilegiata questo corpo di pellegrini. Lourdes è un luogo di Grazia voluto dal Signore affinché gli uomini possano incontrare innanzitutto quella fondamentale esperienza che ci costituisce: l’attesa di un Qualcuno che in Gesù si rivela in tutta la sua presenza umana. Grazie a Dio per il dono della Sua compagnia che da venticinque anni ci accompagna, ci sostiene a tenere fisso lo sguardo a Suo Figlio Gesù attraverso il materno abbraccio di Maria Sua Madre. Per chi non ha potuto partecipare direttamente ai giorni di pellegrinaggio a Lourdes c’è la possibilità di rivivere le struggenti Meditazioni di Nicolino sul sito di Fides Vita, una tenerezza per tutti noi figli di questo carisma e una possibilità di incontrare Cristo, così, come un bel giorno, per quanti vi si imbatteranno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *