Appello di Elio Core: 70 bustine avvelenate a porto d’Ascoli pericolo per gli animali

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Elio Core presidente del comitato di quartiere Porto D’Ascoli Centro informa che “nel quartiere si è verificato nel pomeriggio del 2 Maggio un accadimento di una gravità assoluta. Le vie Esino e Vomano sono state teatro di deposito di bustine di veleno presumibilmente per cani.

Nella qualità di Presidente del Comitato di quartiere di Porto D’Ascoli Centro, sono stato informato da alcuni cittadini che lamentavano e riferivano la presenza massiccia di bustine bianche che emanavano odori profumati, disseminati lungo i marciapiedi delle suddette vie. Ho voluto accertarmi personalmente, riscontrando quanto segnalato. Immediatamente sul posto si è recato il Comandante dei Vigili Urbani di Porto D’Ascoli, che insieme allo scrivente e al Sig Andrea il quale, munito di paletta e sacchetto in plastica, provvedeva con le dovute precauzioni a raccogliere le numerosissime bustine avvelenate di colore bianco in numero di circa 70, depositandole in un sacchetto e consegnandole per la dovuta refertazione al Comandante stesso che le ha prese in custodia per gli accertamenti del caso.

“Da anni le vie sporche di eiezioni di urine e sterco di cani. Una situazione intollerabile, poco igienica che sporca ed imbratta le vie del centro, rendendo problematica il passeggio dei cittadini, che proietta una pessima immagine per la nostra città, peraltro a forte vocazione turistica, che esaspera gli animi dei residenti con polemiche e contestazioni”.

“Al fine di risolvere il problema, propongo di prendere in considerazione la proposta di effettuare il dna dello sterco dei cani ed abbinarlo al Micro- Cip di cui sono portatori, in modo tale che gli agenti preposti al controllo, muniti di bastone con sensori, rilevano, tramite lo sterco, il dna del cane per individuare il proprietario”

Tuttavia questi gravi episodi che si sono verificati nel quartiere di Porto D’Ascoli Centro, costituiscono pericolo non solo per cani, gatti, ma anche per i cittadini e soprattutto per i bambini che in Via Esino, per la presenza del Parco Eleonora, affluiscono in maniera numerosa.

Infine chiedo all’Assessore al Decoro Urbano, Eldo Fanini, di convocare urgentemente la Conferenza dei Presidenti di quartiere per discutere dei provvedimenti urgenti da adottare, per risolvere un fenomeno ormai presente nell’intera cittadinanza che da tempo ha esacerbato gli animi dei cittadini con proteste e lamentele..

Invito tutti i proprietari di cani del quartiere di Porto D’Ascoli Centro a rispettare le disposizioni esistenti, a munirsi di sacchetto e paletta ove dovessero rendersi necessari.

Facciamolo tutti, è un fatto di educazione e di civiltà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *