Il rendiconto 2012 e tanti regolamenti all’esame del Consiglio Comunale

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO– Il Consiglio comunale di San Benedetto è stato convocato per martedì 30 aprile con inizio alle ore 18,30. Diciotto i punti iscritti all’ordine del giorno. Da evidenziare:

– le interrogazioni di Luca Vignoli (su cause e provvedimenti che si intendono adottare sulla questione degli smottamenti di Monte Renzo che interessano abitazioni di via Montefeltro), del gruppo PDL (relativa ad una presunta necessità di una variante al piano regolatore per realizzare il sottopasso ferroviario di via Pasubio), di Pierluigi Tassotti (circa il problema degli alunni della scuola “Curzi” costretti a recarsi nella palestra della elementare “Piacentini” per le lezioni di educazione motoria dopo la chiusura della loro palestra), di Gianluca Pasqualini e Silvano Evangelisti (che chiedono perché non si sia proceduto a sanzionare i locali pubblici che non si sono adeguati alle norme per utilizzo delle aree pubbliche, in particolare per la creazione di spazi per i servizi igienici per disabili e per i contenitori della raccolta differenziata);

– l’approvazione del rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2012. Il conto consuntivo si chiude con un avanzo di € 602.537,88, di cui € 503.339,32 vincolati, cioè destinati a specifici scopi (fondi regionali per le politiche sociali, destinazione al fondo di svalutazione dei crediti) e poco più di 90mila euro a destinazione libera. Questi vengono assegnati con successiva delibera di variazione di bilancio che prevede altre modifiche al documento contabile per tener conto delle necessità manifestate dai servizi e dall’arrivo di nuove risorse: a titolo di esempio di nuove entrate correnti, i 37 mila euro dalla Regione per la lotta al punteruolo rosso o i € 72.600,00 per lo stesso scopo dalla società Finagro del dr. Naponiello mentre, per le nuove spese, si segnalano 100.000 euro per le iniziative del turismo estivo e i 60.000 per le iniziative sportive. Per quanto concerne gli investimenti, si evidenziano i circa 30mila euro come contributo dalla cassa depositi e prestiti per l’acquisto di mezzi ecologici o i 160 mila euro di contributo a sostegno della commercializzazione del pescato locale;

– l’approvazione del regolamento delle entrate e della riscossione coattiva in vista della scadenza del 30 giugno, quando Equitalia non potrà più riscuotere nulla per conto degli enti locali e quando dunque entrerà in attività servizio comunale di riscossioni coattive;

– le modifiche al regolamento per l’applicazione della tassa smaltimento rifiuti che tenga conto della fase di transizione che porterà all’applicazione del nuovo tributo TARES: si conferma che per il 2013 il versamento avverrà in due rate con scadenza 20 maggio e 30 settembre, quando sarà definito l’importo della TARES da cui ovviamente sarà detratto quanto già versato;

– l’approvazione del piano finanziario che consentirà, dopo la positiva esperienza compiuta negli ultimi due anni, di indire una gara per la gestione per i prossimi 5 anni della manutenzione del patrimonio edilizio scolastico;

– la modifica del regolamento dei nidi d’infanzia comunali del 2005 che terrà conto sia della creazione della sezione “Primavera” nel frattempo istituita sia della necessità di rendere più flessibili gli orari di funzionamento del servizio per venire incontro alle mutate necessità delle famiglie;

– l’istituzione della Consulta comunale per la disabilità;

– l’approvazione del regolamento per la nomina di dipendenti comunali nei consigli di amministrazione delle società partecipate dall’ente. Le norme varate dal governo Monti impongono infatti di sostituire gli amministratori nominati dagli enti con dipendenti degli enti stessi e i relativi compensi vanno riversati al Comune;

– la modifica del regolamento di organizzazione e di accesso al servizio di refezione scolastica per istituire una commissione mensa, con la presenza di componenti dei genitori, anche nei nidi comunali;

– l’approvazione del regolamento comunale per l’utilizzo di volontari civici nelle strutture e nei servizi comunali con la creazione di un apposito albo;

– l’approvazione di un regolamento comunale sui passi carrabili che disciplini, tra le altre cose, rilascio dell’autorizzazione e renda più chiaro il campo di applicazione della normativa;

– l’approvazione definitiva della variante al piano regolatore generale che delimita in modo più ristretto le zone specificatamente destinate a funzioni connesse con le attività portuali, e ciò in coerenza con i contenuti del piano regolatore del porto il cui iter di approvazione è in corso. Gli uffici propongono di respingere le due osservazioni presentate dai privati relative a specifici immobili e di accogliere quella presentata dalla Provincia per una più chiara formulazione dell’articolo 44 delle Norme Tecniche di Attuazione del PRG che disciplina il comparto;

– l’adesione del Comune alla proposta dell’ANCI per contribuire, come tutti i Comuni italiani, alla realizzazione di un monumento ai Carabinieri che sorgerà nei giardini di via del Quirinale per commemorare il bicentenario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri che ricorrerà il 5 giugno 2014.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *