L’Unicef Italia rilancia il tema della riforma della legge sulla cittadinanza

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

“In Italia vivono quasi un milione di minorenni di origine straniera, più della metà nati sul territorio italiano.
Nell’anno scolastico 2011/2012 gli alunni con cittadinanza non italiana hanno raggiunto le 755.939 unità; nella scuola dell’obbligo su 100 alunni 9 hanno origini straniere”.
In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione delle discriminazioni razziali, l’Unicef Italia rilancia il tema della riforma della legge sulla cittadinanza, per facilitarne l’accesso ai minorenni di origine straniera nati e/o cresciuti in Italia. “Proprio in materia di accesso alla cittadinanza l’Unicef, per sollecitare la riforma della legge 91/1992, ha lanciato lo scorso anno un’iniziativa per il conferimento della cittadinanza onoraria da parte delle amministrazioni locali ai minorenni di origine straniera. “molto incoraggianti” i risultati raggiunti finora, ricorda il presidente dell’Unicef Italia, Giacomo Guerrera: “Circa 166 i Comuni hanno attribuito la cittadinanza onoraria, altre 108 amministrazioni l’hanno deliberata; 29.625 sono i bambini ai quali è stata effettivamente conferita”. Di qui l’auspicio dell’Unicef che la Giornata “possa essere l’occasione per riflettere su quanto raccomandato dal Comitato Onu sui diritti dell’infanzia al nostro Paese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *