“Come si rapina una banca”, la compagnia “Liberi Teatranti”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

CUPRA MARITTIMA –  Successo previsto e confermato per la compagnia “Liberi Teatranti” di Cupra Marittima. Mercoledì 6 marzo infatti presso il cine teatro Margherita la compagnia cuprense si è esibita con “Come rapinare una banca” di Samy Faiad per la regia di Emilio Fabrizio La Marca.
Lo spettacolo era inserito nella programmazione dell’Inverno Teatrale e sarebbe dovuta andare in scena lo scorso 22 febbraio ma a causa dell’influenza che ha colpito uno dei componenti del gruppo è stata posticipata dunque al 6 marzo. L’evento ha comunque registrato una grande affluenza, una sala colma che ha applaudito l’amata compagnia. Il gruppo di attori, fondato da Severino Trionfante nel 1989, ha raccontato dunque la storia di Agostino Capece e della sua sgangerata famiglia che, in preda alla disperazione, prende la decisione estrema di rapinare una banca, per la precisione la “Banca del Meridione”, pensando così di risolvere i suoi problemi finanziari. Anche se non tutto però andrà per il verso giusto,  tra situazioni tragicomiche, fraintendimenti e raccomandazioni a San Ciro, i Capece riusciranno a scamparla in qualche modo. Bravi, anzi bravissimi Lucio Spina (Agostino), Marisa Trionfante (Regina), Giuseppe Mazza (Gaspare), Carla Civardi (Vedova Altavilla), Francesco Casagrande (Tonino), Gianna Lanari (Giuliana), Salvo Lo Presti (Direttore) e Simonetta Olivieri (Signora Mastellone) che hanno saputo divertire e far riflettere con questo spaccato della Napoli del boom edilizio del secolo scorso, realtà per certi versi ancora attuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *