Incontri Azione Cattolica: la Chiesa per il lavoro

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

DIOCESI – Lunedi 4 marzo terzo incontro promosso dal settore adulti  dell’Azione Cattolica diocesana: Comunità: Risorsa per il lavoro?! L’appuntamento è per le ore 21.00 presso il salone parrocchiale di San Benedetto Martire. A introdurre l’incontro sarà Margherita Anselmi, responsabile della pastorale giovanile delle Marche, che presenterà un progetto della Chiesa Italiana a favore di una formazione e cultura del lavoro vista nello sviluppo integrale dell’uomo.

Sarà presente anche il diacono Umberto Silenzi della Caritas Diocesana che ha promosso la Colletta della “quaresima di carità” per la costituzione di un Progetto di Microcredito per incoraggiare e sostenere iniziative imprenditoriali da parte dei giovani senza lavoro.

Sono tutte iniziative concrete di una Chiesa attenta all’uomo, capace di creare legami buoni e di trasformare la vita delle persone e della comunità civile.

In particolare il progetto Policoro è nato nel 1995 da un’intuizione di don Mario Operti, sostenuta da don Sigalini e don Pasini, perché si riteneva “indispensabile l’impegno e il contributo di tutti all’elaborazione di un’iniziativa che aiuti le nostre Chiese a fare un cammino di responsabilità nell’evangelizzazione e nella promozione umana”. Innanzitutto era una risposta a una situazione di difficoltà lavorativa del sud, è oggi presente in tutta Italia ormai. Il progetto Policoro è “spazio di evangelizzazione, formazione e promozione umana dove si mettono alla prova, con la necessaria umiltà, strade nuove e soluzioni inedite intorno al grave problema della disoccupazione” (Card. Camillo Ruini Prolusione all’Assemblea Generale, 19 maggio 2003, 5)

L’impegno dell’iniziativa del settore adulti di AC diocesana è la diffusione di un racconto positivo di un’esperienza essenzialmente educativa sostenuta dalla Chiesa Italiana, perché possa generare fiducia e speranza nella realizzazione di gesti concreti, ma prima di tutto generare apertura e disponibilità a iniziative di reciprocità. Il racconto di un progetto ecclesiale attento al bene comune, alla comunità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *