Aperto il bando per la costruzione del campo da rugby

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO– E’ stato pubblicato il bando di gara per la concessione della costruzione e della gestione del campo per la pratica del rugby che sorgerà in zona SS. Annunziata su terreno di proprietà comunale.

I lavori previsti comprendono un campo da rugby in erba, un campo di allenamento, illuminazione e rete fognaria, spogliatoi, recinzione e attrezzature per la pratica dello sport.

Potranno partecipare alla gara operatori economici e soggetti privati, tra cui associazioni sportive che abbiano tra gli scopi sociali la pratica del rugby, che abbiano almeno 50 tesserati e partecipino ai campionati della Federazione Italiana Rugby.

Il valore dell’opera è di 350.000 euro di cui 270.000 posti a base d’asta, di cui una parte a carico comunale, il resto (con un minimo di 170.000 euro) a carico del concessionario che in cambio avrà in gestione l’impianto per 15 anni.

“Siamo dunque arrivati alle battute finali di un percorso iniziato nel 2009 – dice il sindaco Giovanni Gaspari – che ha richiesto, tra le altre cose, una variante al Piano regolatore per mutare la destinazione dell’area comunale situata subito a sud del tracciato della Salaria. Presto avremo dunque una struttura a norma per consentire ai tantissimi praticanti il rugby di avere uno spazio adeguato. Che l’Amministrazione dedichi attenzione a questa disciplina proprio in virtù della grande popolarità acquisita è dimostrato anche dal fatto che conla Legio Picenaè stata stipulata una convenzione per la gestione del campo Rodi”.

“Con l’impianto di rugby della SS. Annunziata, quell’area e l’intero quartiere Agraria diventeranno sede di una piccola cittadella dello sport – aggiunge l’assessore ai lavori pubblici Leo Sestri – se si pensa che già ospitano la pista per il pattinaggio su strada e, a pochi metri, il complesso polisportivo del “Sabatino D’Angelo”. Ma stiamo lavorando affinché quel tessuto urbano sia arricchito da servizi di diversa natura: proprio in questi giorni stanno partendo, nell’area adiacente a quella dove sorgerà il campo di rugby, i lavori preliminari per la realizzazione degli orti urbani per gli anziani pensati insieme al Lions club Host cittadino”.

“La formula dell’accordo tra pubblico e privato per la costruzione e riqualificazione delle strutture preposte allo sport sta funzionando egregiamente – spiega il vicesindaco e assessore agli impianti sportivi Eldo Fanini – lo abbiamo visto con la riqualificazione del campo di calcio “Merlini” e con l’ampliamento del campo di atletica leggera. E’ la soluzione ottimale per migliorare la qualità dell’impiantistica cittadina avendo a disposizione risorse economiche molto ridotte rispetto al passato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *