La sede apostolica è vacante

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ROMA – Si conclude oggi il pontificato di Benedetto XVI, 265° Papa della Chiesa Cattolica. Il suo pontificato è durato 7 anni, 10 mesi e 9 giorni. Il Santo Padre ha salutato i Cardinali presenti in Roma. Il Pontefice, rivolgendosi ai porporati ha ancheaffermato: “Tra di voi c’è anche il futuro Papa a cui prometto la mia incondizionata riverenza e obbedienza”.

Verso le 17.00 il Santo Padre è uscito dal palazzo apostolico e dopo il saluto della folla presente nel cortile di San Damaso ha preso l’elicottero che lo ha poi portato nella residenza di Castel Gandolfo, dove rimarrà per circa due mesi, in attesa che il convento che dovrà ospitarlo in Vaticano sia completamente ristrutturato.

Il suono delle campane della città di Roma ha salutato il suo Vescovo. Giunto a Castel Gandolfo, il Santo Padre  è stato  salutato dal Sindaco e dall’Ordinario Diocesano; si è poi recato  nella Residenza Pontificia e si è affacciato dal balcone per salutare la folla accorsa per salutarlo. Prima di impartire la sua ultima benedizione il Pontefice si è rivolto alla folla con queste parole: “Non sarò più Pontefice alle otto di questa sera. Sono semplicemente un pellegrino che comincia l’ultima tappa del suo pellegrinaggio su questa terra, ma vorrei ancora col mio cuore, col mio amore, con la mia preghiera, con la mia riflessione, lavorare per il bene della Chiesa e per il bene comune dell’umanità”.

Alle ore 20.00 di questa sera 28 febbraio inizierà la sede vacante, fatto sottolineato dal ritiro delle Guardie Svizzere. L’antico corpo elvetico infatti è preposto alla difesa della persona del Pontefice, e terminando l’esercizio del ministero petrino, cessa anche il servizio delle Guardi Svizzere. La sicurezza del Papa emerito sarà affidata alla Gendarmeria Vaticana.

In tutto il mondo si prega per ringraziare Dio per avere posto in questi anni a guida della Chiesa una figura straordinaria come quella di Benedetto XVI e allo stesso tempo i fedeli chiedono al Signore il dono di un nuovo pastore altrettanto illuminato.

Lunedì 4 marzo avranno inizio le congregazioni generali al fine di delineare l’identikit del nuovo pontefice e per definire la data di inizio del Conclave.

AGGIORNAMENTI: Alle ore 20.00 a Castel Gandolfo è stato effettuato il cambio della guardia: le guardie svizzere hanno lasciato alla gendarmeria vaticana il compito di vegliare sul Papa Emerito. Il portone della residenza pontificia si è chiuso consegnando il pontificato di Benedetto XVI alla storia.

Il sito ufficiale della Santa Sede è stato subito aggiornato e campeggia ora la scritta “APOSTOLICA SEDES VACANS”. Tutti i poteri per la gestione ordinaria sono nelle mani del collegio cardinalizio presieduto dal decano Card. Angelo Sodano al quale toccherà anche il compito di celebrare la messa “pro eligendo pontifice” che segnerà l’inizio del conclave

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *